Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 28 gen 2015
ISSN 2037-4801

Libreria

Lady Mary, Jenner in gonnella

Lady Mary, Jenner in gonnella

Impreziosito da un’introduzione del curatore Masolino D’Amico per stile e completezza, 'Cara Bambina’ ci mette a confronto con un personaggio storico la cui notorietà pubblica non è neanche minimamente paragonabile all’importanza storica e all’interesse: Lady Mary Wortley Montagu. Lettrice, cronista e viaggiatrice instancabile, tanto da portare nel proprio bagaglio tre casse con centinaia di libri, testi e manoscritti, fu moglie di un diplomatico dal quale si separò 'di fatto' e che si sarebbe poi dimesso per diventare uno dei più ricchi produttori di carbone dell’epoca, nonché sorella di una depressa grave, madre piuttosto anaffettiva di un ragazzo sbandato e di una figlia (che divenne Lady Bute, in quanto moglie di un primo ministro inglese), amante e corrispondente di personaggi quali Francesco Algarotti e Alexander Pope e di giovani poco di buono come il conte Ugolino Palazzi, membro di una sorta di 'mafia del Brenta' ante litteram.

Ma Lady Mary contò tra i suoi lettori e ammiratori addirittura personaggi del calibro di Voltaire, Horace Walpole e re Giorgio, mentre Baretti e Parini la citano, rispettivamente, nelle 'Lettere familiari’ e nell’ode 'L’innesto del vajuolo’ per quello che fu il suo principale contributo conoscitivo e scientifico: recatasi in Turchia con lo spirito di chi “senza imporre la propria presunta civiltà cerca di capire e di imparare”, l’ex ambasciatrice si fece infatti promotrice dell’inoculazione, in un momento in cui “l’idea di farsi contagiare di proposito, sia pure in forma blanda, era senza dubbio sconvolgente” (si tratta, va chiarito, della cosiddetta 'variolizzazione’ che precede la vaccinazione di Edward Jenner). La sua battaglia diventò anche politica, “coi medici Whig schierati a favore e quelli Tory contro”, ma alla lunga Lady Montagu “fu acclamata dai più come una benefattrice illuminata” nella lotta contro una terribile malattia che l’aveva personalmente colpita aggredendole il bel volto, come la buona società settecentesca di cui fu una protagonista assoluta ebbe a constatare, con malcelata malizia.

Le sue 'Turkish Embassy Letters’ erano già state tradotte in italiano, ora questo volumetto estrapola dall'epistolario le missive indirizzate alla figlia, che Lady Montagu riabbracciò dopo ben ventidue anni, quando vide per la prima volta i suoi numerosi nipoti: tra questi, la futura Lady Louisa, successivamente divenuta l'attenta curatrice delle carte della nonna.

M.F.

titolo: Cara bambina
categoria: Narrativa
autore/i: Wortley Montagu Mary
editore: Adelphi
pagine: 312
prezzo: € 16.00