Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 1 - 9 gen 2019
ISSN 2037-4801

Recensioni

Teatro

Marie Curie, prototipo dello scienziato

Lo spettacolo 'Lumen - Tra scienza e sogno', in scena al Teatro Kopó di Roma il 26 e 27 gennaio, racconta di come nel tempo l'uomo, vincendo le proprie paure, sia riuscito a spiegare i fenomeni naturali grazie alla scienza, ma anche con l'aiuto dell'immaginazione. Al centro della narrazione c'è il premio Nobel Marie Curie e, attraverso la narrazione delle sue peripezie e della sua vita privata, si illustra il rapporto tra l'umanità e i misteri del cielo e delle stelle.

Della scienziata, intelligente e curiosa, si ricorda come sin da giovane abbia dovuto lottare contro la discriminazione femminile: per studiare deve trasferirsi da Varsavia, dove l'università è proibita alle donne, a Parigi, dove conosce Pierre Curie, che diventa suo marito e con cui vince il Nobel per la Fisica nel 1903. Nel 1935, unica tra le donne, conquista un secondo Nobel, quello per la Chimica, per la scoperta della radioattività artificiale.

La studiosa polacca diventa dunque un simbolo della lotta contro i pregiudizi e un esempio di come il coraggio porti a superare i propri limiti: “Non dobbiamo avere paura di qualcosa, dobbiamo solo comprenderla”, è una delle sue frasi più famose. La Curie rappresenta inoltre il prototipo dello scienziato e mostra quanto la curiosità sia importante per l'uomo e per il suo progresso: lo scienziato deve porsi delle domande e cercare di trovare delle risposte anche apparentemente assurde.

Assieme alla vita privata della studiosa sul palco vengono proposte le vicende di altri protagonisti della storia della scienza e della filosofia, da Copernico a Giordano Bruno, da Galileo a Einstein. La pièce unisce alla recitazione momenti di danza e di teatro d'immagine e affianca alla narrazione dimostrazioni pratiche ed esperimenti.


Rita Bugliosi

La scheda

Titolo: Lumen - Tra scienza e sogno

Regia: Annarita Colucci

Quando: 26 e 27 gennaio 2019

Dove: Teatro Kopó, via Vestricio Spurinna 47-49, Roma

Info: https://teatrokopo.it/