Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 5 - 9 mag 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

Teatro

Sperimentazioni cliniche in scena

È in scena in questi giorni a Milano, al Teatro dei filodrammatici, e approderà poi ad Ascoli Piceno (29 maggio), lo spettacolo 'The effect', scritto dalla pluripremiata drammaturga inglese Lucy Prebble. La scenografia è scarna ed essenziale: una camera arredata con due lettini e due grandi schermi affiancati sulla parete di fondo. Nella stanza, che costituisce l'interno di una prestigiosa clinica, si muovono i protagonisti della storia: Connie e Tristan, due giovani che si sono offerti come cavie volontarie per la sperimentazione di un nuovo farmaco antidepressivo, e i medici Lorna e Toby, la prima addetta al monitoraggio dei due pazienti, il secondo in veste di direttore del laboratorio.

I due dottori, che in passato sono stati amanti, si incontrano sistematicamente per discutere dell'andamento della sperimentazione e dai loro dialoghi, a tratti concitati, emergono con chiarezza differenti idee sulla depressione e sulla terapia: Toby ha fiducia nelle cure farmacologiche e nella loro efficacia, Lorna non crede che questo disturbo dipenda da un'alterazione dell'equilibrio chimico del cervello e non ritiene quindi che sia trattabile con medicinali di alcun tipo.

Ai due pazienti, inseriti nel programma dopo un'accurata selezione per valutarne l'idoneità psico-fisica, è vietato fumare, usare il cellulare, avere rapporti sessuali; una condotta che inizialmente riescono a rispettare, ma che con il tempo trasgrediscono sempre di più, anche perché pian piano tra loro sboccia l'amore. L'impulso gioioso che li avvicina e smussa le iniziali e reciproche diffidenze, li spinge però progressivamente in uno stato critico, specie quando si rendono conto che il dosaggio del farmaco viene aumentato gradualmente ma in modo significativo. Le due cavie si chiedono infatti se la loro passione sia frutto di una reale attrazione naturale o se invece alla sua origine ci sia l'alterazione provocata dagli antidepressivi alla dopamina e agli altri neurotrasmettitori.

Il finale non scontato che fa emergere lacerazioni irrisolte diventa lo spunto per riflettere su varie questioni: dal valore etico della sperimentazione dei farmaci all'uso e abuso di antidepressivi, dalla vera natura del sentimento amoroso, ai misteri che avvolgono il cervello umano.


R. B.

La scheda

Titolo: The effect

Regia: Silvio Peroni

Cast: Alessandro Federico, Alessia Giangiuliani, Sara Putignano, Giuseppe Tantillo