Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 6 - 25 mar 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

L'importanza di “Sapere”
Multimediale

L'importanza di “Sapere”

Giunta all'87º anno di attività, “Sapere” è la più antica rivista di divulgazione scientifica in Italia. Nato nel 1935 presso l'editore Hoepli e pubblicato dal 1967 dalla casa editrice Dedalo, il periodico è stato rinnovato nel 2014. Al bimestrale cartaceo si affianca quello on line, consultabile sul sito www.saperescienza.it, che offre un ampio ventaglio di rubriche, news e approfondimenti.

Nel secondo numero del 2020 della rivista, il vasto e diversificato contributo dei ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche spazia dal titolo conquistato dal 2019 come “anno con le maggiori emissioni di CO2” agli xenobot, robot-organismi viventi progettati nell'Università del Vermont e testati nella Tufts University a Medford, dalla termodinamica dei buchi neri, di cui parla Fulvio Ricci dell'Istituto nazionale di fisica nucleare, ai fast radio burst, segnali elettromagnetici dal cosmo.  

Vista la pandemia che il mondo sta affrontando, la rivista dedica naturalmente spazio al Covid-19. Nell'editoriale, il direttore Nicola Armaroli, ricercatore dell'Istituto per la sintesi organica e la fotoreattività del Cnr, scrive: “Molti cittadini di tutta Europa (e non solo) credono ancora che il killer invisibile non li riguarderà: pare non si trovi nessuno che abbia il coraggio di deluderli. Fra pochi giorni se ne pentiranno”. Al tema, ormai dominante sui media, è dedicato anche l'approfondimento di Liliana Cori e Fabrizio Bianchi dell'Unità di epidemiologia ambientale dell'Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa. Nell'articolo si analizzano la percezione del rischio e la comunicazione del pericolo, dal concetto di “società del rischio” elaborato nel 1986 da Ulrich Beck al degrado ambientale, fino alla sociologia del Covid-19, che “porta con sé tutte le caratteristiche che lo fanno sembrare più spaventoso e oltraggioso: è involontario; sconosciuto, non solo alle persone ma pure agli scienziati; porta con sé isolamento e danni economici”.

Alla matematica del contagio è dedicato l'articolo di Federico Benuzzi, fisico, insegnante e giocoliere, che illustra concetti matematici come il tasso netto di riproduzione R0, il rischio di morte e la socialità. La rivista ospita poi “Pandemic”, gioco di successo ideato nel 2008 da Matt Leacock, evolutosi con nuove edizioni e miglioramenti e divenuto tanto popolare da essere oggetto di un campionato mondiale.

Tra gli altri contributi del Cnr, Giuseppe Cassone e Franz Saija dell'Istituto per i processi chimico-fisici di Messina affrontano il tema dell'origine della vita attraverso strumenti computazionali; Guido Nigrelli dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica di Torino prende in esame le risorse glaciali alpine, la cui osservazione inizia già nel 1895; Marco Ferrazzoli, capo ufficio stampa del Cnr, assieme a Flaminia Donnini apre una riflessione sui “guru” dell'alimentazione, in particolare la figura di Adriano Panzironi, l'inventore di “Life 120”.

Laura Politi

titolo: Sapere
categoria: Multimediale
autore/i: Armaroli Nicola
editore: Dedalo
pagine: 66
prezzo: € 7.50