Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 3 lug 2019
ISSN 2037-4801

Recensioni

Un atlante costituzionale
Specialistica

Un atlante costituzionale

'Diritto pubblico comparato' è un manuale a cura di Tommaso Edoardo Frosini, professore ordinario di Diritto pubblico comparato dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e vice presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, realizzato con il contributo di nove docenti di diversi atenei del Paese. Il testo è rivolto non solo agli studenti ma anche al più vasto pubblico interessato a comprendere i differenti meccanismi delle democrazie. Un vero e proprio atlante costituzionale che privilegia un registro espositivo chiaro e lineare, volto a favorire la comprensione delle tematiche trattate. Ai giovani lettori si chiede di imparare il diritto, ma soprattutto di saperlo usare con il ragionamento, mettendo insieme prassi, giurisprudenza e dottrina. Agli adulti il libro offre spunti di interesse in un momento in cui le istituzioni pubbliche nazionali ed europee sono al centro di un forte dibattito.

Il sottotitolo del volume, 'Le democrazie stabilizzate', sottolinea proprio l'aspetto comparativo fra le democrazie costituzionali, tra i sistemi di governo basati sulla separazione dei poteri.

Lo studioso di diritto pubblico comparato, spiega Frosini, è simile a un viaggiatore che percorre l'universo giuridico. Un'esplorazione alla ricerca di sistemi che cambiano e si trasformano. “Il diritto comparato può essere definito come una sorta di clausola aperta a qualunque principio o regola che possa servire per rinnovare”.

A Claudio Martinelli il compito di introdurre il viaggio, partendo dal concetto essenziale di Costituzione con un excursus tra avvenimenti storici e pensiero politico. Carla Basso sottolinea la necessità di superare la catalogazione delle differenti tradizioni giuridiche, parlando di “ibridazione” fra i diversi modelli anziché di “famiglie giuridiche”. Lorenzo Cuocolo introduce al concetto di forme di Stato in senso diacronico, ovvero attraverso la loro evoluzione nel tempo: dall'esperienza feudale allo Stato assoluto, dallo Stato di polizia a quello liberale, dallo Stato di democrazia pluralista fino a quello socialista.

È di Frosini la lettura delle forme di governo a partire da quella presidenziale, tipica degli Stati Uniti d'America e della leale collaborazione fra Governo e Parlamento. Di Parlamenti scrive anche Pier Luigi Petrillo, raccomandando allo studioso del diritto di descriverli con un linguaggio utile alla comprensione del loro funzionamento. Al capo dello Stato è dedicato il capitolo curato da Francesco Clementi, che evidenzia il ruolo in termini di garanzia istituzionale.

Concludono il volume Fausto Vecchio, con i diritti e le libertà fondamentali, Lucia Scaffardi, che descrive l'evoluzione del potere giudiziario, e Andrea Pin con una riflessione su nascita e finalità della giustizia costituzionale. Il capitolo a firma di Edoardo Raffiotta è dedicato all'Unione Europea. Il ragionamento dell'autore è che, pur essendo l'Ue un'organizzazione ancora in fase di evoluzione, essa rappresenti a tutti gli effetti una democrazia stabilizzata che contribuisce al rafforzamento della democrazia all'interno degli Stati membri.

Emanuela Gnecco

titolo: Diritto pubblico comparato
categoria: Specialistica
autore/i: Frosini Tommaso Edoardo (a cura di)
editore: Il Mulino
pagine: 337
prezzo: € 29.00