Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 9 mag 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

Pterosauri e uccelli raccontati da un aspirante ornitologo
Ragazzi

Pterosauri e uccelli raccontati da un aspirante ornitologo

'Il mio primo grande libro sugli Pterosauri' del giovanissimo Francesco Barberini (10 anni), pubblicato a marzo di quest'anno, esce a meno di un anno di distanza dalla sua prima opera, 'Il mio primo grande libro sugli uccelli', entrambi pubblicati dalla casa editrice Stampa Alternativa. Uccelli e Pterosauri sono le grandi passioni di Francesco che si definisce “aspirante ornitologo”. Il giovane ha realizzato anche diversi video sugli uccelli per conto di Wwf e Lipu e, proprio per il suo impegno divulgativo in ambito scientifico e ambientale, lo scorso 12 marzo è stato insignito del titolo di Alfiere della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella.

I due libri raccontano, come una guida illustrata, l'uno la vita e l'evoluzione degli Pterosauri, i rettili volanti che hanno dominato i cieli al tempo dei dinosauri, l'altro le specie italiane di uccelli, fornendo preziosi consigli sul birdgardering, per vedere i volatili da vicino e studiarne le caratteristiche. È importante, ricorda il giovane autore, non confondere i dinosauri volanti, alcuni dei quali sono poi diventati gli odierni uccelli, con gli Pterosauri che, invece non sono dinosauri, ma derivano da rettili volanti. “Tutto iniziò da una lucertolina lunga solo come una mano che sviluppò nel corso della sua evoluzione delle zampe posteriori molto lunghe. Aveva anche una membrana di pelle che partiva dalle dita della zampa posteriore fino alla coda. Questa lucertolina si chiama Sharovipteryx mirabilis”.

Di questi particolari rettili volanti non si è parlato molto, come sottolinea nell'introduzione il paleontologo Simone Maganuco: “Essi hanno infatti ricevuto meno attenzioni da parte dei media e, in particolare, dell'editoria rispetto ai loro lontani cugini dinosauri, rimanendo relegati a un ruolo secondario". 'Il mio grande libro sugli Pterosauri' si propone dunque di colmare il vuoto della letteratura divulgativa italiana, attraverso una guida riccamente illustrata, poiché solo il disegno ha il potere comunicativo di trasmettere in modo sintetico, immediato e accessibile a tutti i risultati della ricerca, "che sia al passo con le ultime scoperte e capace di ridare agli pterosauri la dignità di animali a tutti gli effetti, presentandoceli non più come mostri bensì come esseri viventi con tutta la loro varietà di forme, dimensioni e adattamenti a stili di vita differenti".

Essendo scritte da un bambino soprattutto per i suoi coetanei, le due guide puntano a spiegare con immediatezza e facilità aspetti tecnici anche complessi. Una parte introduttiva di carattere storico divulgativo è seguita, in entrambi i libri, da schede tecniche in ordine alfabetico. In uno sono riportate le principali specie di uccelli che si possono vedere in Italia, nell'altro i principali generi di Pterosauri finora scoperti. Il tutto è arricchito da disegni di Pterosauri realizzati al computer da Germana Della Rocca a partire da una ricostruzione scientifica di Francesco Barberini  e dalle foto di Pietro Iannetta che aiutano invece nel riconoscimento delle specie di uccelli.

Maria Adelaide Ranchino

titolo: Il mio primo grande libro sugli uccelli
categoria: Ragazzi
autore/i: Barberini Francesco
editore: Stampa alternativa
pagine: 186
prezzo: € 20.00

  

  

titolo: Il mio primo grande libro sugli Pterosauri
categoria: Ragazzi
autore/i: Barberini Francesco
editore: Stampa alternativa
pagine: 187
prezzo: € 20.00