Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 7 mar 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

Una biblioteca a Riva<br />
Saggi

Una biblioteca a Riva

Il volume di Ruggero Morghen 'La nascita di una biblioteca', frutto di un'ampia ricerca documentaria negli archivi locali, ripercorre i primi anni di vita della biblioteca comunale di Riva del Garda (Tn). Un presidio voluto dall'amministrazione del paese sulla sponda trentina del lago di Garda, nato nel 1965 e inaugurato ufficialmente nel 1969, che rappresentò una sorta di apripista per la politica culturale della Provincia autonoma di Trento. Di lì a pochi anni, acquisita dallo Stato la competenza primaria in materia di beni culturali, venne infatti dato l'avvio a un programma di apertura di biblioteche presso tutti i piccoli comuni, che andarono a costituire altrettanti punti di riferimento territoriali e una rete diffusa per la promozione e l'animazione culturale delle valli trentine.

L'esperienza di Riva del Garda nasceva anche dalla presenza di alcuni appassionati bibliofili (in primis Filiberto Poli) con le loro ricche collezioni, da una tradizione di vivaci sodalizi culturali attivi fin dall'Ottocento, dall'esperienza della biblioteca popolare nata negli anni del secondo dopoguerra. Nel primo periodo la Biblioteca civica, alloggiata nella storica fortezza della Rocca, si affermò come servizio pubblico all'avanguardia, aperto agli spunti e alle suggestioni più avanzate (comprese quelle provenienti dagli ambienti anglo-americani) in tema di partecipazione al dibattito culturale e con servizi pionieristici per il tempo quali la fonoteca (allora denominata 'discoteca').

Il volume, corredato da un ricco apparato fotografico, descrive una esperienza caratterizzata da impulsi innovativi e da precisi propositi pedagogici, nella convinzione che la presenza di una biblioteca pubblica rappresenti per la comunità un bene essenziale. Tra gli ispiratori di questa prospettiva figure quali Lino Montagna, assessore all'educazione del Comune di Milano, con la sua idea di una biblioteca centro di dibattito civile. Il racconto dedica poi spazio e riconoscimento ai protagonisti locali di quella stagione, quali Giacomo Vittone, il direttore Mario Crosina e bibliotecari quali Renato Pedri, Luciano Bianciardi – ideatore dell'esperienza del 'bibliobus' - e Igino Giordani, teorico dei sistemi catalografici e co-fondatore del movimento laicale dei Focolari.

La biblioteca di Riva del Garda andrà a costituire un important tassello per lo sviluppo, sul finire degli anni '70, del 'Sistema bibliotecario trentino' e del primo catalogo unificato che rendeva fruibile, anche attraverso il prestito interbibliotecario, il patrimonio bibliografico della provincia di Trento. Un servizio che diventò vettore di promozione culturale e di formazione, del quale ancora oggi il territorio gode gli effetti.

U. S.

titolo: Nascita di una biblioteca
categoria: Saggi
autore/i: Morghen Ruggero
editore: Biblioteca Civica-Comune di Riva del Garda