Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 5 lug 2017
ISSN 2037-4801

Recensioni

Università, pensatoio senza luogo
Saggi

Università, pensatoio senza luogo

Il ruolo dell'università nella società complessa. Questo l'oggetto d'indagine del volume 'Università quarta dimensione' di Lucio d'Alessandro, che si sofferma sulla funzione educativa e culturale di questa istituzione al cospetto della globalizzazione e della rivoluzione digitale proponendo il concetto di “quarta dimensione”, in sinergia con comunicazione, tecnologia e conoscenza.

D'Alessandro individua alcune parole chiave poste a fondamento del rilancio del sistema: creatività, capitale, effort, lavoro, domanda, glocale. In primo piano, il ruolo dei giovani e le loro aspettative lavorative e intellettuali, destinate a mutare rapidamente in un mondo caratterizzato dalla provvisorietà. Secondo l'autore l'università può "scoprire il ruolo di giovinezza del mondo, di fucina di proposte, di spinta al cambiamento all'interno della ragione”.

L'analisi affronta il ruolo e il 'peso' delle risorse umane all'interno delle comunità accademiche, la cui autoreferenzialità ha sovente indebolito il dialogo con gli stakeholder di riferimento. In questo senso le strategie di placement per avvicinare i giovani al mondo del lavoro, caratterizzato da dinamiche occupazionali ormai svincolate da limitazioni territoriali, vedono la rete come uno straordinario volano di innovazione. Anche l'internazionalizzazione è una delle priorità del nostro tempo: sin dalle origini, l'università ha svolto la sua azione 'sine loco', nel tentativo di fare rete e sistema tra le diverse intelligenze.

In questo scenario interconnesso, la missione dell'università è sviluppare le attività di ricerca, considerate un “fattore determinante di ogni cambiamento e sviluppo”. Per riuscirvi, gli attori accademici devono conciliare sapere scientifico e umanistico, riflessività e pragmatismo, cultura e know how. Di qui l'accento posto sulla “quarta dimensione”. D'Alessandro propone l'immagine suggestiva del “pensatoio senza luogo (universale) sia di formazione di selezione di classe dirigente e della sua capacità di immaginare scenari, sia anche di proposta diretta al mondo della produzione di nuove fruttuose modalità produttive, ispirate a un sano rapporto tra umanesimo e tecno centrismo (la quarta dimensione)”. Un processo di rinnovamento lento ma inarrestabile, alimentato dalle istanze cognitive della società complessa.

Andrea Lombardinilo

titolo: Università quarta dimensione
categoria: Saggi
autore/i: D'Alessandro Lucio
editore: Mimesis
pagine: 93
prezzo: € 8.00