Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 18 - 7 ott 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

Sei personaggi in cerca di salvezza
Narrativa

Sei personaggi in cerca di salvezza

Daniele Mencarelli non rinuncia al tema della malattia, in questo caso non più quella dei bambini dell'ospedale Bambino Gesù al quale ha dedicato la raccolta omonima, ma quella mentale. Il suo ultimo libro “Tutto chiede salvezza”, edito da Mondadori, ricalca i temi da sempre cari all'autore ed esprime con la solita forza e poesia la sua tendenza a portarsi sulle spalle il peso del male e dell'ingiustizia del mondo intero. Daniele vive soffrendo e non conosce altro modo: “Non so essere diverso da così”, dice. L'inadattabilità alle cose che tutti gli altri sembrano vivere normalmente è il suo grande cruccio: il non senso, il dolore dilagante, la frenesia, l'impegno quotidiano… e alla fine si muore. Tutto questo non lo comprende, non lo sopporta. Allora ecco l'alcool e la droga, che sembrano venirgli in soccorso, aiutarlo ad arrivare in qualche modo a sera, che sembrano permettergli o promettergli una falsa fuga ma che poi causano la perdita del controllo: Daniele mette le mani addosso al padre, la madre è straziata, si decide il ricovero in Tso (Trattamento sanitario obbligatorio). La procreazione del male - fatto agli altri e a se stesso - è un circolo vizioso, impossibile uscirne.

Durante la settimana di ricovero, Daniele condivide la stanza con altri cinque pazienti, ognuno con il proprio problema, il proprio passato di colpe da espiare, il proprio male. Sei personaggi che ricordano quelli di Pirandello: i primi in cerca di salvezza, gli altri in cerca d'autore. Un corridoio, l'infermeria, la stanza del medico: questo lo scenario in cui si svolge la rappresentazione. Pino l'infermiere, con il suo tenerissimo amore per Rossana e l'enorme stazza che gli permette di bloccare le violenze e i vacillamenti continui dei malati, i malvisti sostituti quando lui non è di turno, la terribile madre di Gianluca, il tenero padre di Alessandro, l'amica ammalatasi a causa di uno stupido scherzo che Daniele stesso aveva contribuito ad architettare. I medici disattenti, che si addormentano mentre i pazienti parlano, togliendo loro l'unica speranza rimasta. E i farmaci, non meno inutili, la puzza, il caldo, le urla, le notti in bianco. Fuori dalla finestra, il mondo che non si può raggiungere e l'uccellino di Mario sull'albero. Eppure quella stanza diventa il luogo dell'amicizia, della compassione, dove stare con i propri simili e sentirsi a proprio agio.  

Ma alla fine dov'è la linea di demarcazione tra normalità e follia? Daniele più o meno la pensa così: ci sono persone che si pongoo questa domanda una volta nella vita, quasi per sbaglio, senza dare troppo peso al fatto che non esista una risposta e vanno avanti come se niente fosse. Ci sono persone che se la fanno per una vita intera e, non trovando la risposta, sprofondano pian piano dentro se stessi fino alla morte.

Manuela Faella

titolo: Tutto chiede salvezza
categoria: Narrativa
autore/i: Mencarelli Daniele
editore: Mondadori
pagine: 204
prezzo: € 19.00