Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 10 - 12 giu 2013
ISSN 2037-4801

Video

Cultura

Il patrimonio ortodosso in Kosovo sintesi della civiltà europea

Molti dei maggiori studiosi di arte bizantina, università italiane quali quella di Trieste e la Sapienza di Roma, con il patrocinio dell'Istituto di studi sulle società del Mediterraneo del Cnr, hanno dato vita a una 'due giorni' di studio e confronto nelle enclave serbe nel Kosovo albanese.

In questa terra martoriata da una guerra sanguinosa e segnata da rivalità e divisioni profonde, l'associazione 'Amici di Decani' ha evidenziato le 'Radici dell'incontro' e 'La semina della tolleranza', con due sessioni svoltesi nel monastero ortodosso di Visoki Decani e in un luogo simbolo della tragedia balcanica come la città di Prizren, oggetto di una devastazione della quale restano ancora ben visibili i segni.

Il monastero di Decani, patrimonio dell'Unesco, con il vicino patriarcato di Pec una delle massime testimonianze dell'arte bizantina: "Il ponte naturale tra l'Oriente e l'Occidente, il fondamento per una reale coscienza europea" lo ha definito Massimo Cacciari.

Questi luoghi vivono, però, una pesante discriminazione da parte della maggioranza albanese musulmana e, talvolta, sono oggetto di attacchi espliciti. Soprattutto per questo l'associazione degli Amici di Decani ha voluto ospitare questi lavori

Sono intervenuti tra gli altri l'antropologa e fotografa polacca Monika Bulaj, con una relazione su 'Il dialogo tra i monoteismi cale unico strumento dell'arricchimento culturale', e il restauratore Carlo Giantomassi, molto attivo nella zona con la moglie Donatella Zari su monumenti sia bizantini sia islamici.

Il valore delle testimonianze ortodosse è stato sottolineato dallo storico dell'arte Valentino Pace dell'Università di Udine, direttore scientifico del convegno: "Questa area è la Toscana dei Balcani e gli intellettuali italiani e occidentali devono smettere di valutarla con il sussiego e il senso egemonico che li caratterizza, solo perché qui non hanno operato i grandi nomi dell'arte medievale come Giotto o Simone Martini".

Anche l'archimandrita e abate di Visoki Decani, Sava, ha evidenziato come "la stessa struttura architettonica della chiesa del monastero simboleggi la sintesi tra Oriente e Occidente che si compie qui, con i suoi esterni romanici e gli affreschi bizantini. Un punto sulla situazione politica è stato infine tracciato dall'ambasciatore italiano a Pristina Michael Giffoni. Il monastero di Decani e il vicino patriarcato di Pece vivono sotto il controllo 'a vista' dei militari italiani della K-for (Kosovo force): il patriarcato dovrebbe però passare a breve sotto la protezione esclusiva della polizia kosovara, mentre Decani resterebbe affidata ai nostri militari: i religiosi e i fedeli ortodossi temono di rimanere esposti a minacce di vario genere.

U. S.

Fonte: Marco Ferrazzoli, Ufficio stampa del Cnr, Roma, tel. 06/49933383, email marco.ferrazzoli@cnr.it

Ultimi video

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente

‘Ta-Pum’ – Il primo cammino della memoria
La presentazione pubblica di 'Ta-Pum’ in occasione dell'87esima Adunata degli Alpini (Pordenone 9-11 maggio 2014), nella cittadella militare presso il museo storico delle truppe alpine. Tra fronte di guerra e luoghi storici di fondo valle, 1.700 km e quasi 90 tappe compiute in continuativa da due team, composti da civili e militari. Un’impresa-primato dal punto di vista alpinistico, sportivo e culturale
Cultura

Una soluzione sostenibile per agricoltura e ambiente
A darla è il biochar, il residuo carbonioso ottenuto dalla trasformazione termochimica di materiali organici in assenza di ossigeno. Se ne è parlato a Expo 2015, lo scorso 24 giugno in un evento coordinato dall’Ibimet-Cnr
Ambiente