Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 14 - 14 set 2011
ISSN 2037-4801

Video

Cultura

La scuola: fucina di invenzioni

La scuola: fucina di invenzioni (RM file - 3,10MB )

Un robot che gioca a morra, occhiali antinfortunistici che bloccano il funzionamento degli apparecchi in caso di pericolo, solventi per vernici agli agrumi e una città virtuale per i salentini sparsi nel mondo. Queste le migliori invenzioni realizzate dagli studenti italiani e premiate oggi alla finale di ‘INVFactor-anche tu genio!', la competizione ideata dal Consiglio nazionale delle ricerche e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea e rivolta alle scuole superiori, che si è conclusa con la premiazione presso lo Spazio Europa a Roma.

INVFactor è organizzato dall'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali (Irpps) del Cnr e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, con l'adesione del Presidente della Repubblica italiana, allo scopo di valorizzare il talento dei ragazzi avvicinandoli al mondo della scienza. In questa seconda edizione sono state 31 le invenzioni presentate dai ragazzi ed esaminate da una giuria di esperti.

Tra le idee proposte dai ragazzi, anche l'astometro. Lo strumento  permette di misurare la forza nel tempo del salto con l'asta, per poi applicare i risultati a uno studio della tecnica e migliorare così il rendimento della prestazione. Il  congegno è costituito da un dispositivo meccanico con sensori elettronici, collegati a un pc in grado di monitorare in tempo reale il salto senza alterarne la dinamica. A realizzarlo, Alessio Spada, studente dell'Istituto tecnico ‘Itis Leonardo Da Vinci' di Rimini.

Al primo posto si è piazzato ‘Gavin', un robot in grado di sfidare l'uomo alla morra, uno dei giochi tradizionali della Sardegna, la regione da cui provengono gli inventori di questo androide, studenti dell'istituto tecnico Giua di Cagliari che si sono impegnati in sperimentazioni, calcoli e numerosi test automatici per rendere la loro creatura imbattibile.

Il secondo premio è andato agli ‘Occhiali di sicurezza intelligenti' realizzati dai ragazzi dell'Istituto tecnico ‘Da Vinci' di Rimini. Questi occhiali, grazie a speciali segnalatori all'infrarosso, bloccano il funzionamento degli apparecchi ‘pericolosi' adoperati in alcuni ambienti di lavoro se l'occhiale non è indossato, oppure quando l'operatore lo lascia incustodito.

Si è guadagnato il terzo posto un gruppo di studenti dell'Istituto tecnico ‘Cannizzaro' a indirizzo Chimica di Catania. Per combattere l'inquinamento, i ragazzi hanno realizzato dei solventi agli agrumi ecocompatibili anche grazie all'ospitalità dei laboratori dell'Istituto di Chimica biomolecolare del Cnr. "Le sostanze distillate", spiegano, "sono olii essenziali biodegradabili e atossici ricavati dalle bucce e possono essere utilizzati al posto delle sostanze chimiche adoperate per le vernici". Infine, il premio speciale alla ‘Creatività femminile' è stato assegnato alle autrici della città virtuale di ‘Salentide', un luogo di ritrovo e incontro per i salentini sparsi nel mondo. "

"Quest'anno i ragazzi hanno superato le nostre più rosee aspettative", commenta Rossella Palomba dell'Irpps-Cnr, coordinatrice dell'evento. "Le invenzioni sono innovative, fantasiose e tecnologicamente avanzate. Sono inoltre rimasta colpita dall'attenzione verso la sicurezza sul lavoro e dalla presenza femminile". Il Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Lucio Battistotti ha commentato:  "L'Europa ha dato un'ulteriore dimostrazione del proprio impegno a promuovere concretamente l'innovazione in tutte le sue forme, in quanto presupposto per la crescita futura".

Sandra Fiore

Fonte: Rossella Palomba, Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali, Roma, tel. 06/492724229, email r.palomba@irpps.cnr.it

Ultimi video

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente

‘Ta-Pum’ – Il primo cammino della memoria
La presentazione pubblica di 'Ta-Pum’ in occasione dell'87esima Adunata degli Alpini (Pordenone 9-11 maggio 2014), nella cittadella militare presso il museo storico delle truppe alpine. Tra fronte di guerra e luoghi storici di fondo valle, 1.700 km e quasi 90 tappe compiute in continuativa da due team, composti da civili e militari. Un’impresa-primato dal punto di vista alpinistico, sportivo e culturale
Cultura

Una soluzione sostenibile per agricoltura e ambiente
A darla è il biochar, il residuo carbonioso ottenuto dalla trasformazione termochimica di materiali organici in assenza di ossigeno. Se ne è parlato a Expo 2015, lo scorso 24 giugno in un evento coordinato dall’Ibimet-Cnr
Ambiente