Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 14 - 10 nov 2010
ISSN 2037-4801

Video

Salute

Tra cielo e mare con i medici iperbarici

La Scuola superiore sant'Anna e l'Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa gestiscono congiuntamente il master universitario di secondo livello in ‘Medicina subacquea ed iperbarica'. Il master, rivolto a laureati in medicina e chirurgia, risponde all'esigenza di fornire ai partecipanti basi scientifiche e tecniche di eccellenza,  aggiornate e multidisciplinari.  Questa percorso di alta formazione è particolarmente attuale ed è sostenuto dallo svilupparsi della subacquea ricreativa e sportiva e dall'affermarsi dell'ossigenoterapia iperbarica nella clinica medica, oggi basata su consolidate e moderne ricerche scientifiche.

Il corso, che ha durata biennale, è alla sua seconda edizione. Particolare risalto è dato agli aspetti inerenti la pratica clinica, tuttavia gli insegnamenti hanno un forte carattere interdisciplinare : oltre alla medicina si studiano fisica, ingegneria, ingegneria biomedica, economia e legislazione. Le lezioni teoriche sono affiancate da esercitazioni su simulatori e da stage operativi presso centri iperbarici, cantieri di lavoro subacqueo e reparti militari specialistici come il Comsubin - (Comando subacquei incursori della Marina militare italiana) e il Centro sperimentale volo dell'Aeronautica militare di Pratica di Mare.

Potrebbe sorprendere, ma le reazioni fisiologiche dell'uomo al volo in alta quota e alle immersioni subacquee hanno notevoli affinità.  "I piloti militari, come i subacquei, devono affrontare le insidie della depressurizzazione rapida, dell'ipossia, e del disorientamento ambientale in condizione ipossica", spiega il Tenente colonnello dell'Aeronautica Militare Alberto Autore. "Per l'addestramento del personale di volo, si usano molte diverse apparecchiature, tra cui una camera ipobarica, dove è possibile ricreare le condizioni ambientali che i piloti possono trovare alla guida dei jet in particolari condizioni".

Claudio Barchesi

Fonte: Remo Bedini, Istituto di fisiologia clinica, Pisa, tel. 050/3152286, email bedini@ifc.cnr.it

Ultimi video

La piattaforma Outreach Cnr
Questa struttura ha lo scopo di mettere a disposizione sul web la multidisciplinarietà di risorse e strumenti usufruibili a distanza, per rispondere a 360 gradi al bisogno di conoscenza della società
Informatica

Del ghiacciaio della Marmolada non resterà più traccia
A suggerirlo è uno studio, al quale ha partecipato anche il Cnr-Ismar, che ha confrontato i dati di due rilievi geofisici effettuati sul ghiacciaio nel 2004 e nel 2015 e dal quale emerge come quella che prima era massa glaciale unica mostri ora in molti punti le masse rocciose sottostanti
Ambiente

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente