Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 10 - 15 set 2010
ISSN 2037-4801

Video

Tecnologia

IM-CLeVeR: per creare un robot che impara come un bambino

IM-CLeVeR: per creare un robot che impara come un bambino (RM file - 3,10MB )

Coordinato da Gianluca Baldassarre dell'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione (Istc) del Cnr, il progetto IM-CLeVeR (Intrinsically motivated cumulative learning versatile robots)  mira a creare robot versatili in grado di imparare autonomamente, senza l'intervento umano, a risolvere in modo cumulativo compiti sempre più complessi.

"L'idea chiave con cui si vuole raggiungere questo obiettivo", spiega Baldassarre, "è dotare i robot di una mente artificiale il più simile possibile a quella dei bambini, in grado cioè di strutturare in modo gerarchico e ben organizzato le nuove conoscenze acquisite interagendo direttamente con l'ambiente fisico circostante. ‘Motore' del progressivo apprendimento sono algoritmi che riproducono ‘motivazioni intrinseche', quali la curiosità, il piacere di imparare cose nuove e il successo nel raggiungere nuovi risultati, simili a quelle che guidano i più piccoli durante il gioco".

Il progetto prevede di condurre una serie di esperimenti sia con bambini, in collaborazione con l'università Campus Biomedico di Roma (Ucbm),  che con scimmie, grazie alla sinergia con il  centro di primatologia dell'Istc-Cnr situato nel Bioparco di Roma e coordinato da Elisabetta Visalberghi. In tal modo, sarà possibile  studiare i meccanismi con cui gli organismi reali acquisiscono le loro competenze d'azione mossi da motivazioni intrinseche.

"Gli esperimenti", prosegue Baldassarre, "saranno basati su un'innovativa ‘tavola da gioco meccatronica', sviluppata dall'Ucbm e consistente in una serie di moduli simili a rompicapi meccanici che consentiranno di registrare in modo automatico le azioni eseguite su essi. Il sistema intelligente che controllerà il robot iCub in dotazione al Cnr verrà  sviluppato sulla base di questa stessa tavola e con gli stessi protocolli sperimentali usati con le scimmie e i bambini. Lo scopo sarà carpire i segreti dietro le strabilianti capacità di apprendimento autonomo degli organismi reali".

L'iCub è un robot umanoide di ultima generazione prodotto dall'Istituto italiano di tecnologia di Genova (Iit) e dotato di sofisticate proprietà  sensoriali e motorie, oltre che delle capacità  di movimento ‘compliant' (fluide).

Oltre al gruppo di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche denominato Locen (Laboratory of computational embodied neuroscience"), IM-CLeVeR coinvolge altri sei partner europei e ha un finanziamento comunitario totale di quasi sei milioni di euro di cui 1,6 del Cnr. Iniziato nel 2009, IM-CLeVeR avrà durata quadriennale.

Rita Bugliosi

Fonte: Gianluca Baldassarre, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione, Roma, tel. 06/44595243, email gianluca.baldassarre@istc.cnr.it

Ultimi video

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente

‘Ta-Pum’ – Il primo cammino della memoria
La presentazione pubblica di 'Ta-Pum’ in occasione dell'87esima Adunata degli Alpini (Pordenone 9-11 maggio 2014), nella cittadella militare presso il museo storico delle truppe alpine. Tra fronte di guerra e luoghi storici di fondo valle, 1.700 km e quasi 90 tappe compiute in continuativa da due team, composti da civili e militari. Un’impresa-primato dal punto di vista alpinistico, sportivo e culturale
Cultura

Una soluzione sostenibile per agricoltura e ambiente
A darla è il biochar, il residuo carbonioso ottenuto dalla trasformazione termochimica di materiali organici in assenza di ossigeno. Se ne è parlato a Expo 2015, lo scorso 24 giugno in un evento coordinato dall’Ibimet-Cnr
Ambiente