Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 6 - 28 mar 2012
ISSN 2037-4801

Scienza in scena

La fine del mondo arriva a Bologna

È dedicata alla 'Fine del mondo', la XIV edizione del 'Future Film Festival', il Festival internazionale di cinema di animazione e nuove tecnologie, che si svolge a Bologna in più sedi (Cinema Lumière, Biblioteca Salaborsa, Palazzo Re Enzo, Teatro Manzoni) dal 27 marzo al 1 aprile. Tante le pellicole sulle catastrofi raccontate sul grande schermo e riproposte per l'occasione: da 'Twister' ad 'Airport', fino al pluripremiato 'Titanic'. Paese partner, con cui le case di produzioni cinematografiche dell'Emilia Romagna possono avviare collaborazioni e scambi, quest'anno è il Brasile.

Oltre al tema principale, ispirato alla profezia dei Maya, che collocano al 21 dicembre 2012 il termine dell'Età dell'oro, la manifestazione è rivolta anche al 'Green', inteso come ecologia, cinema a impatto zero e a chilometro zero. Tra gli appuntamenti, un convegno sul 'green' tra cinema e buone pratiche per il futuro, che passa in rassegna le esperienze realizzate da architetti, designer, sceneggiatori e ingegneri.

Il progetto ambientale coinvolge anche i più piccoli con il 'Future film kid', una rassegna di cinema e laboratori che prevede un'area verde dove giocare con il cinema e il riciclo. I corsi per i giovanissimi quest'anno saranno dedicati alla produzione di un piccolo film mediante l'utilizzo di materiali di recupero quali alluminio, carta, legno...

Il tradizionale concorso del Festival è diviso in due sezioni: il 'Platinum grand prize,' per i lungometraggi in concorso e il 'Future Film Short', riservato ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo, che vedono l'assegnazione del Premio del pubblico e del Premio della giuria-Provincia di Bologna. Tra i film in gara, 'Arrugas' di Ignacio Ferreras, imperniato sulla quotidianità e le relazioni tra gli anziani in una casa di cura; 'Attack the block' di Joe Cornish, in cui un manipolo di adolescenti di strada combatte contro gli alieni; 'The great bear' di Eben Toft Jacobsen su un cane che vive libero nelle praterie tibetane, suggerendo un confronto tra civiltà e natura.

Alle competizioni si affiancano le due sezioni 'Anteprime fuori concorso' e 'Follie di mezzanotte'. Tra le anteprime in programma, 'Chronicle' di Josh Trank, che racconta come i superpoteri cambino la vita di un gruppo di adolescenti; 'The dark side of the sun' di Carlo Shalom Hintermann, imperniato su una malattia rara, la Xeroderma Pigmentosum, che costringe chi ne soffre a sottrarsi alla luce e a vivere isolato, uscendo solo di notte; 'Lorax - Il guardiano della foresta' di Chris Renaud, storia di una creatura magica ma scorbutica che tenta di salvare il proprio mondo a rischio estinzione.

Il Festival prevede inoltre l'assegnazione del 'Premio Franco La Polla' per la migliore tesi di laurea sul cinema nell'ambito della fantascienza, dell'animazione e degli effetti visivi. E l'appuntamento con i 'Making of' cinematografici della stagione, i 'dietro le quinte' che propongono documentari sulla produzione e i backstage.


Rita Bugliosi

La scheda

Che cosa: Future Film Festival

Quando: dal 27 marzo al 1 aprile 2012

Dove: Bologna

Info: www.futurefilmfestival.org/