Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 18 - 29 set 2021
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Marina Landolfi

L'altra ricerca

Guido Dorso, premi agli ambasciatori del Mezzogiorno

Università ed Enti

L'iniziativa, promossa dall'omonima associazione e patrocinata da Senato della Repubblica, Cnr e Università di Napoli Federico II, premia giovani studiosi meridionali e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che hanno dato un contributo per lo sviluppo del Mezzogiorno. I riconoscimenti saranno consegnati il prossimo 25 ottobre

Leggi l'articolo

Infn: 70 anni di Universo

Appuntamenti

Il 29 settembre, con un evento presso la sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della musica di Roma, si celebrano i settant'anni di ricerca, scoperte e conquiste scientifiche dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn). "70 anni di conoscenza dell'Universo” prevede vari interventi a testimonianza della sua storia, iniziata negli anni '30 con Enrico Fermi e la sua scuola, racconteranno le principali vicende scientifiche, politiche e sociali. Sono previsti intrattenimento musicale e letture. Presenti, tra gli altri, il ministro dell'Università e della ricerca Maria Cristina Messa, il presidente dell'Infn Antonio Zoccoli, il direttore generale del Cern Fabiola Gianotti, il già direttore dei Laboratori nazionali del Gran Sasso Lucia Votano e, in collegamento video, i premi Nobel per la fisica Arthur McDonald e Barry Barish. L'evento è il primo di un ciclo di incontri che si terrà fino al prossimo agosto per celebrare la ricorrenza. L'Infn è stato istituito nell'agosto 1951 grazie all'intuizione di alcuni ricercatori italiani che intendevano proseguire la tradizione scientifica iniziata negli anni Trenta, con le ricerche teoriche e sperimentali di fisica nucleare di Enrico Fermi e della sua scuola.

Vai al sito dell'Infn

Vai al collegamento YouTube all'evento

 

La laurea favorisce l'occupazione

Università ed Enti

Dal rapporto 2021 di AlmaLaurea, il consorzio interuniversitario che mette in contatto il mondo del lavoro e le università, emerge che il tasso di occupazione nel 2020 è stato dell'88,1% tra i laureati di primo livello e dell'87,7% tra quelli di secondo livello, a cinque anni dal conseguimento del titolo, con una retribuzione netta mensile di 1.469 per i primi e di 1.556 euro per i secondi. Si confermano le tradizionali differenze di genere e territoriali con una migliore collocazione degli uomini (+ 17,8% di probabilità di essere occupati rispetto alle donne) e di chi risiede o ha studiato al Nord. Le facoltà che permettono un veloce inserimento nel mondo del lavoro sono quelle che preparano gli specialisti in tecnologie dell'informatica e della comunicazione, e dell'ingegneria industriale, seguite da quelle dei  gruppi medicosanitario e farmaceutico, educazione e formazione, architettura e ingegneria civile. Meno favoriti, invece, i laureati dei gruppi disciplinari psicologico, arte, design, e giuridico. AlmaLaurea raccoglie i dati di 78 università italiane con il contributo di laureati, dottori di ricerca e diplomati di master e offre una fotografia dell'occupazione dei laureati.

Vai al sito

Mezzetti, algebra in primo piano

Opportunità

C'è tempo sino al 31 gennaio 2022 per candidarsi al premio Gustavo Mezzetti, in memoria dell'accademico che ha dedicato la carriera all'insegnamento della matematica; il riconoscimento è promosso dal dipartimento di Matematica Tullio Levi-Civita dell'Università di Padova. Il bando è riservato a laureati che abbiano discusso una tesi di laurea magistrale tra il primo gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021 presso un'università italiana, su temi riguardanti l'algebra. La domanda va inviata al direttore del dipartimento di Matematica entro il 31 gennaio 2022 in carta semplice, tramite posta elettronica certificata all'indirizzo dipartimento.math@pec.unipd.it o tramite semplice e-mail a premilm@math.unipd.it, seguendo le modalità e le indicazioni stabilite dal bando, scaricabile dal sito. Una commissione, a suo insindacabile giudizio, assegnerà il premio al vincitore durante il convegno "100 years Unione matematica italiana - 800 years Università degli studi di Padova", che si terrà dal 23 al 27 maggio 2022.

Vai al sito

Etica e Ai, sguardo al futuro

Università ed Enti

Si è tenuta a Venezia dal 24 al 25 settembre, in presenza e online, la conferenza internazionale Ethics and Artificial Intelligence, organizzata da Aspen Institute Italia, Tim e Intesa Sanpaolo, sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica. L'obiettivo è contribuire a promuovere una riflessione e un dibattito interdisciplinare tra i vari rappresentanti italiani e stranieri di istituzioni, ricerca, università e business community su etica e Intelligenza artificiale (Ai), ponendo le basi per iniziative future. Tra i partecipanti, Giulio Tremonti, presidente Aspen Institute Italia; Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Telecom Italia; Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo; Joanna Bryson, professor of Ethics and Technology, Hertie School of Governance, Berlino; Sibylle Tard, director of Partenerships, Human Technology Foundation, Parigi. Durante l'incontro è stato prodotto un documento con l'analisi del legame tra tecnologia e rispetto dell'utilizzo dei dati, nel quale si è cercato di fornire le linee guida per un uso corretto di tale rapporto. Inoltre, Intesa Sanpaolo e Tim hanno presentato il lancio a Roma di un osservatorio sull'Intelligenza artificiale, per monitorare lo sviluppo della tecnologia e collaborare alla definizione di regole condivise in Italia e nell'Unione Europea sulla gestione della Ai. Aspen Institute Italia è un'associazione internazionale senza fini di lucro, che dal 1984 promuove e approfondisce i temi e le sfide più attuali di politica, economia, cultura e società, soprattutto riferiti alla business community italiana e internazionale.  

Vai al sito di Aspen Institute Italia

A Roma la tecnologia in mostra

Appuntamenti

Dall'8 al 10 ottobre torna, in modalità online e in presenza, la IX edizione della mostra di scienza, tecnologia e invenzione Maker Faire, organizzata da Camera di commercio di Roma e Innova Camera. Con 240 spazi espositivi, università, centri di ricerca, innovatori e startup propongono soluzioni hi-tech, prototipi, progetti innovativi per la vita quotidiana, anche con dirette e contenuti speciali sull'innovazione. Tra le novità di quest'anno, la sostenibilità e il raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda 2030, con molti progetti improntati alla decarbonizzazione. Tanti gli eventi legati alla Digital Transformation, con conferenze, workshop, webinar e incontri con maker e innovatori su temi che vanno dal food alla cybersecurity. Previsti anche due contest: Make to Care, per soluzioni rivolte alla disabilità, e MakeITcircular, assieme al Consiglio nazionale dei consumatori, per la realizzazione di progetti sull'economia circolare.

Vai al sito