Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 23 - 16 dic 2020
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Marina Landolfi

L'altra ricerca

Crs4 verso nuovi traguardi scientifici

Università ed Enti

Nel corso della conferenza stampa di celebrazione dei trent'anni dalla fondazione, il Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori con sede in Sardegna ha annunciato le nuove sfide per il futuro, tra le quali lo spazio e i computer quantistici

Leggi l'articolo

Ocean Hackathon 2020, vince il progetto italiano

Università ed Enti

Con uno studio sulle specie aliene nel Mediterraneo che alterano gli ecosistemi marini, il team di ricercatori italiani di Ancona, coordinato da Ernesto Azzurro dell'Irbim-Cnr, vince la finale della manifestazione internazionale che si è svolta in Francia a inizio dicembre. Il gruppo ha superato una preselezione svoltasi in contemporanea a metà ottobre in diciannove città del mondo

Leggi l'articolo

Virologi a congresso: prevenzione in attesa del vaccino

Università ed Enti

Si è svolto online l'11 dicembre il IV Congresso nazionale della Società italiana di virologia (Siv-Isv) a cui hanno partecipato circa trecento studiosi e ricercatori del settore italiani e stranieri. L'evento, organizzato da Guido Antonelli (Università Sapienza di Roma), Arnaldo Caruso (Università di Brescia) e Massimo Clementi (Università Vita salute, San Raffaele di Milano), ha fatto emergere sul Coronavirus un chiaro messaggio scientifico che fa ben sperare: è importante mantenere per il momento le misure di prevenzione, distanza di sicurezza, mascherina e igiene delle mani in attesa dell'arrivo in Italia del vaccino anti-Covid, che sarà efficace e sicuro e che garantirà, se tutto andrà bene, una protezione nel periodo autunno-inverno 2021, prima del temuto ritorno del coronavirus Sars-CoV-2. Arnaldo Caruso nel suo intervento chiama però in causa direttamente l'uomo che, stravolgendo l'ambiente, ha creato terreno fertile per le infezioni emergenti. “È, paradossalmente, il vero nemico dell'umanità. L'uomo, che ormai domina incontrastato l'ecosistema, lo stravolge con disboscamenti, allevamenti e coltivazioni intensive, lo contamina pesantemente favorendo cambiamenti climatici”.

Vai al sito

Viu, un quarto di secolo

Università ed Enti

Il 4 dicembre 2020 la Venice International University (Viu) ha celebrato i venticinque anni dalla fondazione con una videoconferenza in diretta dalla sede dell'isola di San Servolo (Ve), alla presenza dell'ambasciatore Umberto Vattani e di Carlo Giupponi, rispettivamente presidente e decano dell'ateneo, che si sono collegati con i rappresentanti delle venti università consorziate, sparse in tutto il mondo. L'incontro è iniziato con la lettura di un messaggio di augurio inviato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tra gli obiettivi di studio della Viu vi sono attività relative allo sviluppo sostenibile, ai cambiamenti climatici, all'invecchiamento delle popolazioni e all'etica globale. Ai circa centocinquanta studenti che ogni semestre partecipano ai corsi, si offre uno studio interdisciplinare per divenire futuri dirigenti internazionali. Tra le università e i centri di ricerca che fanno parte della Viu: Boston College (Usa), Inrs-Université de la Recherche (Canada), Korea University (Corea del sud), Ludwig Maximilians Universität (Germania), Tsinghua University (Cina), le Università Ca' Foscari di Venezia, Tor Vergata di Roma e Consiglio nazionale delle ricerche, Université de Bordeaux (Francia), University of Exeter (Uk), Waseda University (Giappone). L'Università è stata fondata nel dicembre 1995 per volere di Carlo Azeglio Ciampi che l'ha presieduta fino al 2001, quando ne è divenuto presidente Umberto Vattani.

Vai al sito

Al Muse è tempo di natura

Appuntamenti

Il Museo delle scienze (Muse) di Trento ospiterà fino al 31 maggio 2021 la mostra “Tree Time - Arte e scienza per una nuova alleanza con la natura” dedicata alla relazione tra uomo e albero. Il percorso espositivo propone piante, boschi, foreste, il loro adattamento alle modificazioni ambientali e la crescente fragilità, causata da azioni umane dirette e dal cambiamento climatico in atto. Il viaggio multisensoriale è diviso in cinque macro aree tematiche e presenta opere di venti artisti nazionali e internazionali che si intrecciano con gli approfondimenti storico-scientifici di studiosi, botanici ed esperti di gestione forestale; ci sono poi installazioni sonore, per una relazione dinamica e costruttiva tra specie umana ed ecosistemi naturali. Tra gli artisti di “Tree Time”, Sunmin Park, Ursula Biemann, Helen e Newton Harrison, Cecylia Malik, Emanuela Ascari, Ermenegildo Zegna. L'evento ha il sostegno del Club alpino italiano e il patrocinio di Provincia autonoma di Trento, Associazione nazionale musei scientifici e Legambiente.

Vai al sito

A Bologna è l'ora del codice

Appuntamenti

Fino al 21 dicembre 2020 la Fondazione Golinelli di Bologna e Yoox Net-A Porter Group propongono l'iniziativa “Ora del codice”, progetto che ha lo scopo di aumentare l'alfabetizzazione digitale della società, in particolare dei giovani, avvicinandoli alla programmazione e alla logica computazionale. L'evento si inserisce all'interno dell'Hour of Code, manifestazione internazionale sull'apprendimento tecnologico e l'interesse per l'informatica, rivolta a milioni di studenti in tutto il mondo. L'appuntamento, giunto alla quinta edizione, prevede un workshop gratuito online su “Machine Learning” rivolto a studenti italiani delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, che potranno sperimentare la tecnologia direttamente dal loro computer, addestrando la macchina al riconoscimento di oggetti, con la possibilità di immaginare applicazioni innovative. La prenotazione è obbligatoria: tel. 051/0923208; e-mail: scuola@fondazionegolinelli.it

Vai al sito

Science on Stage, aperta la call

Opportunità

Aperte le iscrizioni al “Festival Science on Stage Italia”, che si terrà a Faenza dal 16 al 21 aprile 2021. Possono partecipare docenti con progetti dedicati a incentivare lo sviluppo e l'individuazione di nuovi strumenti didattici per l'insegnamento delle discipline Science, Technology, Engineering and Mathematics (Stem) nelle scuole di ogni ordine e grado. Al contest saranno presentati i trenta migliori progetti di didattica innovativa, undici dei quali saranno scelti per rappresentare l'Italia allo “Science on Stage Europe”, in programma il 2022 a Praga, che raccoglierà i vincitori delle edizioni nazionali dell'iniziativa. “Science on stage Italia” è sostenuta da: Istituto nazionale di fisica nucleare, Istituto nazionale di astrofisica, Festival scienza Cagliari, Associazione per l'insegnamento della fisica, Società chimica italiana, Associazione europea per l'educazione astronomica. La call scade il 7 marzo 2021. Informazioni e modalità di iscrizione sono disponibili nel bando, scaricabile dal sito.

Vai al sito