Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 26 ago 2015
ISSN 2037-4801

Focus - Divulgazione o deformazione?  

Focus

Modello animale, non se ne può fare a meno

Salute

Nonostante l’opposizione diffusa, lo studio e la cura delle malattie devono necessariamente passare per i test in vivo. Spiega perché Francesco Clementi dell’Istituto di neuroscienze del Cnr di Milano

di Isabella Cioffi

Il metodo che ha diviso l'Italia

Salute

Basata su asserzioni indimostrate ma promosse da alcuni media, il presunto protocollo Stamina ha alimentato la speranza di tante famiglie di pazienti affetti da malattie incurabili. La vicenda è ora giunta al suo epilogo

di Gianluca Viscogliosi

Ogm tra mito e realtà

Agroalimentare

Sin dalla loro comparsa nel 1983 gli organismi geneticamente modificati hanno suscitato forti polemiche e sono considerati rischiosi da molti. Roberto Defez dell’Ibbr-Cnr confuta alcune obiezioni al riguardo

di Matteo Massicci

Xylella, ripartire dalla scienza

Agroalimentare

Il batterio che sta falcidiando gli ulivi secolari del Salento non è stato introdotto, come si è sostenuto da più parti, attraverso campioni di vite infetta. È più probabile che si sia diffuso in seguito all’arrivo di piante ornamentali dall’America Centrale. Lo spiega Donato Boscia dell’Ipsp-Cnr

di Nicoletta Guaragnella

Dal paradiso terrestre all'inferno del Global Warming

Ambiente

Il Papa nell’enciclica 'Laudato si' rilancia il tema del riscaldamento globale puntando l'attenzione sulle difficoltà che i poveri affrontano a causa delle catastrofi connesse ai cambiamenti climatici. Posizione simili a quelle prevalenti nella comunità scientifica, che rimanda alle cause antropogeniche l'aumento di temperatura del pianeta. Anche se non mancano gli 'scettici’ al riguardo

di Renato Sartini

L'Aquila, il colpevole è la mancata prevenzione

Ambiente

L’Italia ha, per colpa dell’uomo, un territorio a forte rischio di eventi calamitosi. Quando avviene una tragedia come quella del sisma abruzzese, la ricerca dei responsabili può divenire una scorciatoia per eludere l’unica soluzione possibile, cioè la diffusione e applicazione concreta di una cultura diversa. Anche perché il contributo della scienza è sempre connotato dall’incertezza, tanto più nella sismologia

di Marco Ferrazzoli