Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 18 gen 2012
ISSN 2037-4801

Focus - 2012  

Focus

Lotta all'ipertensione e staminali la ricetta del futuro

Salute

Il maggiore impatto innovativo nel campo della medicina nel 2012 arriverà da un nuovo trattamento chirurgico mini-invasivo per combattere l'ipertensione arteriosa resistente e dalla ricerca nel settore delle cellule staminali adulte e della medicina rigenerativa. A sostenerlo Eugenio Picano, direttore dell'Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa

di Silvia Mattoni

It, i primi abitanti intraterrestri

Ambiente

Trovate tracce di forme di vita nel mantello, a grande profondità. La scoperta, appena pubblicata su 'Nature Geoscience', è di un team italo-francese che comprende l'Ismar-Cnr di Bologna e promette risvolti anche nello studio del clima

di Cecilia Migali

Tracciabilità, per un'alimentazione 'democratica'

Agroalimentare

Grazie a questo processo di monitoraggio dei prodotti, i consumatori possono compiere scelte consapevoli nell'acquisto dei cibi. Il settore promette sviluppi interessanti, destinati a innovare tecnologicamente la filiera, dalla produzione al consumo

di Rita Bugliosi

Quando il piccolissimo dà grandi risultati

Tecnologia

L'anno si apre con molte prospettive per nanoscienze e nanotecnologie, il settore di ricerca che si occupa di comprendere il comportamento della materia su scala nanometrica. E dal quale si attende lo sviluppo di dispositivi per un vasto spettro di applicazioni

di Maddalena Scandola

Le tante opportunità offerte dal sequenziamento del Dna

Salute

La genomica personalizzata consentirà non solo di individuare i geni di molte malattie rarissime, ma anche di spiegare una parte dell'ereditarietà legata ad alcune patologie complesse, come l'autismo o il cancro. A fare una previsione sulle novità scientifiche del 2012, Paolo Vezzoni, dell'Istituto di ricerca genetica e biomedica del Cnr

di S.M.

Un 2012 senza relatività?

Tecnologia

Qualora il risultato dell'esperimento Opera venisse confermato, la velocità dei neutrini risulterebbe maggiore di quella della luce. E tante certezze della fisica teorica verrebbero a cadere

di R.B.