Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 6 - 25 mar 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

I disastri climatici in un'equazione
Specialistica

I disastri climatici in un'equazione

C'è qualcosa in comune tra il rischio di contrarre l'influenza (o magari il Coronavirus) e di essere colpiti da un evento meteo-climatico estremo? Può una stessa equazione descrivere e prevedere entrambi? Sì: l'universalità del linguaggio matematico lo permette. Parte da questo argomento il nuovo libro di Antonello Pasini, fisico del clima e ricercatore dell'Istituto sull'inquinamento atmosferico del Cnr: “L'equazione dei disastri” (Codice).

Il volume si occupa soprattutto dell'impatto sul fragile territorio italiano di eventi estremi come ondate di calore, siccità e alluvioni. Nella semplice "equazione dei disastri", come Pasini chiama provocatoriamente la formula presentata in questo volume divulgativo, il rischio è dato dal prodotto di tre fattori: la pericolosità di questi eventi, la vulnerabilità del territorio, l'esposizione della popolazione e dei suoi beni. Come sono cambiati questi tre fattori negli ultimi decenni? Tendono ad aumentare, accrescendo così il rischio di gravi conseguenze? E se stanno cambiando, queste variazioni da cosa dipendono? Sono naturali o c'è lo zampino dell'uomo?

Nell'opera si possono trovare le risposte fornite dalla scienza. L'autore analizza innanzitutto il cambiamento del clima, basandosi sui più recenti studi – di molti dei quali è l'autore – e riferendosi in particolare a quanto accade nel Mediterraneo e in Italia. Si scopre così che la pericolosità sta aumentando soprattutto a causa del riscaldamento globale di origine antropica, che nel nostro Paese si manifesta in maniera particolare. Siamo sempre più soggetti a circolazioni che portano “feroci” anticicloni africani sul nostro territorio, con grandi ondate di calore che si alternano a influssi freddi provenienti da nord, che fanno sviluppare precipitazioni violente e - quando arrivano su un territorio e un mare così caldi - causano molti danni.

Questi cambiamenti climatici impattano su territori resi ancora più delicati dalle azioni di “invasione” antropica dell'ambiente naturale. L'essere umano è insomma esposto a questi impatti perché continua a perpetrare abusi, a edificare dove non può, mettendosi da solo nelle condizioni di perdere i propri beni e talvolta addirittura la vita. In definitiva, il libro spiega dal punto di vista scientifico come e perché nascono i disastri idrogeologici in Italia, allo scopo di fornire consapevolezza di cosa stia accadendo.

Ma Pasini affronta anche il tema della riduzione del rischio. Poiché sappiamo che non è la natura “matrigna” ad accanirsi contro di noi, ma tutto dipende dall'uomo e da come si rapporta con l'ambiente che lo circonda, questa è una buona notizia. Se fossimo di fronte a cambiamenti naturali, potremmo solo difenderci; essendoci un fattore umano, possiamo invece agire concretamente sulle cause e diminuire fortemente, con il valore dei tre fattori dell'equazione, l'entità del rischio.

Mirna Moro

titolo: L’equazione dei disastro
categoria: Specialistica
autore/i: Pasini Antonello
editore: Codice
pagine: 151
prezzo: € 16.00