Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 12 feb 2020
ISSN 2037-4801

Recensioni

Con APREmagazine, un tuffo nella ricerca europea
Multimediale

Con APREmagazine, un tuffo nella ricerca europea

Dal mese di gennaio 2020 è consultabile online il dodicesimo numero di “APREmagazine”, la rivista dell'Agenzia per la promozione della ricerca europea. Nata su iniziativa del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, in collaborazione con organismi pubblici e privati, Apre ha recentemente raggiunto i trent'anni di attività, nel corso dei quali ha offerto servizi di informazione e assistenza in merito a programmi europei di ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione. Dal 2016 l'Agenzia propone al pubblico la sua rivista online, che vuole essere un punto di riferimento per i professionisti del settore e, più in generale, per tutti gli interessati al mondo della ricerca.

Nell'ultimo numero, quello di gennaio, il magazine dedica uno speciale approfondimento all'imminente lancio di Horizon Europe (Heu), il nuovo Programma quadro dell'Unione Europea per la ricerca e l'innovazione, il cui avvio è previsto per il 1 gennaio 2021. Si può leggere inoltre un'analisi della partecipazione italiana ai programmi precedenti, in particolare a Horizon 2020, con suggerimenti e proposte per sfruttare al meglio le opportunità offerte da Heu. Attenzione viene riservata alla strategia di implementazione prevista dal prossimo Programma quadro e alle modalità relative al trattamento dei dati personali: il 6 gennaio 2020 il Garante europeo ha pubblicato infatti una “Preliminary opinion on data protection and scientific research”, che avrà un inevitabile impatto su Heu. Attenzione è dedicata al cluster 2 “Cultura, creatività e società inclusiva” del futuro Programma quadro, che pone tra i suoi obiettivi il consolidamento dei valori democratici, la salvaguardia del patrimonio culturale europeo e la promozione di “trasformazioni socio-economiche che contribuiscono all'inclusione e alla crescita, tra cui la gestione della migrazione e l'integrazione dei migranti”.

Partendo dall'interazione tra uomo e robot, passando per la recente costituzione dell'Istituto di robotica e macchine intelligenti ed esaminando la strategia di disseminazione e la sua funzione all'interno della Commissione europea, APREmagazine discute poi degli obiettivi dell'European Open Science Cloud, infrastruttura nata per favorire la scienza aperta in Europa, facilitando la condivisione dei dati della ricerca. In questo numero, si parla anche di parità di genere, ponendo l'accento su come l'Italia si stia muovendo verso la diminuzione della differenza di trattamento tra uomini e donne, ma resti comunque il Paese con “il punteggio più basso di tutti gli Stati membri dell'Ue per quanto riguarda le discriminazioni nell'accesso al mondo del lavoro”.

Nel corso di due interviste si dibatte, in una, della presa di coscienza di un necessario cambiamento nella comunicazione sull'Europa, tema che ha spinto Cristiano Zagari, esperto di tematiche negoziali internazionali ed europee, alla stesura del libro “30 anni in sessanta minuti. 1989-2019”; nell'altra, della trasformazione digitale a cui va incontro la salute e dei cambiamenti nell'assistenza sanitaria. Aggiornamenti o cambi di rotta sono essenziali anche per le imprese, ormai consapevoli della necessità di investire nel digitale, muovendosi verso l'approccio dell'open innovation.

La rivista offre poi stimoli alla riflessione sul ruolo della comunicazione scientifica nell'epoca delle fake news e sulla necessità di investire nella comunicazione dei risultati della ricerca, aspetto a volte trascurato e invece fondamentale in termini di qualità e reputazione della scienza. Un ultimo tema importante è la formazione dei giovani, delle nuove generazioni digitali sulle quali forse non si sta investendo abbastanza.

La rivista poi, per rispondere ai quesiti sull'open access e open data, mette online, a disposizione dei lettori, “S-légami! Open Access – Manuale d'uso per ricercatori”, primo volume della nuova collana APREquaderni, che si propone di diffondere approfondimenti utili al mondo della ricerca e dell'innovazione.

Laura Politi

titolo: APREmagazine
categoria: Multimediale
autore/i: Falzetti Marco
editore: Agenzia per la promozione della ricerca europea
pagine: 42