Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 10 - 2 ott 2019
ISSN 2037-4801

Recensioni

Alla scoperta della meteorologia occidentale
Specialistica

Alla scoperta della meteorologia occidentale

Nel volume “Storia della strumentazione meteorologica nella cultura occidentale” i ricercatori dell'Istituto di bioeconomia del Cnr Fabrizio Benincasa, Matteo De Vincenzi, Gianni Fasano, illustrano l'evoluzione di questa tecnologia. Si parte da Aristotele (IV sec. a.C.) “colui che per primo ha osservato, con organicità, i fenomeni meteorologici”, condizionando per duemila anni con le sue osservazioni l'interpretazione dei fenomeni atmosferici. Al suo dominio si sostituisce nel XVII secolo quello di Galileo, il cui metodo “afferma il primato delle misure sperimentali sulle deduzioni apodittiche”.

Ma è la scoperta sperimentale della pressione atmosferica (1644) da parte di Evangelista Torricelli a porre le basi della meteorologia moderna. Bisogna poi attendere il passaggio dall'uso di strumenti indicatori a quello di strumenti registratori, in grado di rilevare ininterrottamente l'andamento temporale delle principali grandezze atmosferiche, perché abbia inizio la climatologia.

Nel XIX secolo, poi, la possibilità di realizzare la registrazione elettrica dei dati rilevati consente una brusca accelerazione degli studi e porta, conseguentemente, all'uso di mezzi e metodi di rilevamento standardizzati e alla conseguente nascita, nel 1879, dell'Organizzazione meteorologica internazionale (Omi). A questa, nel 1951, subentra l'Organizzazione meteorologica mondiale (Omm), i cui obiettivi sono “promuovere un sistema mondiale di osservazioni meteorologiche, favorire lo scambio di informazioni standard, sostenere la progettazione e la realizzazione di nuovi strumenti di misura e di monitoraggio dei parametri meteorologici”.

Gli autori ricordano quindi il passaggio, negli anni Settanta, dagli strumenti elettronici analogici a quelli digitali, ai quali sono subentrati oggi dispositivi che consentono di misurare e monitorare l'atmosfera, il suolo e le acque, in relazione alle attività dell'uomo.

U. S.

titolo: Storia della strumentazione meteorologica nella cultura occidentale
categoria: Specialistica
autore/i: Benincasa Fabrizio, De Vincenzi Matteo , Fasano Gianni
editore: Cnr Edizioni
pagine: 160