Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 8 mag 2019
ISSN 2037-4801

Recensioni

Difficile predire, soprattutto il futuro
Saggi

Difficile predire, soprattutto il futuro

Il tempo, misurabile fisicamente con una certa facilità, sfugge invece a una definizione precisa dal punto di vista filosofico. “Immagine mobile dell'eternità”, diceva Platone, “fantasma del movimento”, secondo Hobbes, nasconde fra le sue pieghe molte insidie concettuali. Le ultime scoperte della fisica ne hanno permesso una comprensione diversa, arrivando a rivederne in modo paradossale ruolo e necessità: le teorie quantistiche sembrano in qualche modo confermare l'assunto agostiniano secondo cui il tempo è percezione soggettiva più che grandezza oggettiva.

In particolare, l'uomo è sempre stato attratto dalla previsione degli eventi futuri e dal potere che essa conferirebbe. Ha sempre coltivato l'obiettivo, il sogno, l'illusione di predire ciò che accadrà. Incoraggiato dal carattere fuggevole del tempo, fin dai tempi più antichi ha costruito tecniche divinatorie e previsionali delle quali ora i fisici Luca Gammaitoni e Angelo Vulpiani raccontano la storia nel volume 'Perché è difficile predire il futuro' (Dedalo): predizioni in senso soprannaturale ma anche scientifico, quindi, senza trascurare alcun aspetto. Nel saggio troviamo spunti interessanti e possibili applicazioni di questi tentativi alla vita quotidiana: dal meteo ai terremoti, dall'andamento della borsa alla teoria del caos. Con talune conclusioni stupefacenti per il lettore comune e per il suo buon senso: può essere più semplice, per esempio, raggiungere una ragionevole certezza di quanto accadrà in presenza di distribuzioni casuali di eventi, modellabili secondo distribuzioni gaussiane di probabilità, che in presenza di eventi non casuali. La teoria della probabilità riveste un ruolo chiave nelle previsioni, a patto di accontentarsi di considerare la realtà stessa come un intervallo di certezza, senza pretendere di definire esattamente un fenomeno, di sapere esattamente il “come” e il “quando”.

Luigi Tallarico

titolo: Perch difficile predire il futuro
categoria: Saggi
autore/i: Gammaitoni Luca, Vulpiani Angelo
editore: Dedalo
pagine: 152
prezzo: € 16.50