Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 9 gen 2019
ISSN 2037-4801

Recensioni

Napoli, le donne e la scienza
Saggi

Napoli, le donne e la scienza

Il volume 'Le scienziate e la divulgazione scientifica', a cura di Gabriella Liberati, presidente del Comitato unico di garanzia del Cnr, propone un excursus nella storia della scienza al femminile dal secondo Ottocento agli anni Quaranta del Novecento, per evidenziare l'importante contributo delle donne in discipline come matematica, fisica e chimica. Il saggio ha uno stile piano ed è accompagnato da numerose immagini di documenti ufficiali che riportano il lettore agli anni in cui queste ricercatrici hanno vissuto e sono riuscite a emergere nonostante le tante difficoltà che venivano loro opposte. Attenzione è dedicata anche a protagoniste considerate ingiustamente 'minori', degne invece di essere recuperate dall'oblio per il coraggio e il carattere con cui hanno affrontato e superato la situazione sociale di quel periodo.

La curatrice ha scelto di raccogliere le storie di donne che hanno svolto la loro attività a Napoli, città emblematica dell'unione tra mondo scientifico e letterario del tempo. Un ruolo chiave è giocato dalla Stazione zoologica Anton Dohrn, dove molti studiosi di entrambi i sessi lavorarono nei primi anni del '900, lasciando una notevole produzione scientifica, e da dove giungono materiali e documenti inediti che hanno arricchito la pubblicazione. Tra le protagoniste ricordate Maria Bakunin, chimica, sostenitrice della possibilità concreta di avviare un processo di industrializzazione delle aree contadine: durante l'occupazione nazista di Napoli tentò di salvare quello che restava dello spaventoso incendio nella biblioteca dell'Università partenopea. Il libro prende poi in esame figure del calibro di Giuseppina Aliverti, che effettuò studi sul radon evidenziandone la pericolosità per la salute umana, di Anna e Ione Foà, Gabriella Conti, Bice Foà Chiaromonte e altre ancora.

L'opera, attraverso la figura della donna di scienza dei due secoli scorsi, incrocia temi di importanza epocale quali lo sviluppo scientifico, le due guerre mondiali, l'emancipazione e la presa di coscienza del genere femminile. Ma soprattutto illumina il contributo femminile alla ricerca, ingiustamente sottovalutato: come osserva il presidente del Cnr Massimo Inguscio nella sua prefazione, “un gigantesco spreco di risorse”.

Luigi Castagna

titolo: Le scienziate e la divulgazione scientifica
categoria: Saggi
autore/i: Liberati Gabriella (a cura di)
editore: Guida editori
pagine: 280
prezzo: € 24.00