Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 9 - 5 set 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

Fino a quando ha senso la vita?
Narrativa

Fino a quando ha senso la vita?

'Himmo re di Gerusalemme' è il romanzo scritto dall'israeliano Yoram Kaniuk nel 1968, ora tradotto in italiano da Elena Loewenthal per Giuntina, che pone l'accento sugli interrogativi dell'esistenza umana, sulla vita e la morte, attraverso gli occhi dell'infermiera Hamotal Horowitz, giunta nel monastero di San Gerolamo adibito ad ospedale per i feriti della guerra che imperversa fuori da quelle mura. Siamo nel 1948 e tra i feriti c'è Himmo Farrah, un tempo detto “re di Gerusalemme” per la sua bellezza e ora cieco e mutilato. “Gamba destra manca, gamba sinistra manca, un braccio manca sino al gomito, uno sino al polso; la pancia squarciata; la faccia come il disegno di un pazzo; organi scoperti e pesti; corpo coperto di bende; schegge blu, in parte sotto pelle in parte fuori; ferite aperte sanguinolente; fetore di carne marcia”, è la feroce descrizione del ferito. Gli resta solo una bocca, ma talmente bella da far arrossire Hamotal al semplice ricordo, “una bocca delicata, un poco femminea, ma con i contorni netti e disegnati da una mano d'artista”.

“Sparami, sparami, sparami” sono le poche ma precise parole di Himmo, che chiede a chiunque di metter fine a quella esistenza: a suo fratello Marco, che ha in tasca una pistola carica, ai compagni feriti, invidiosi delle attenzioni di Hamotal e ad Hamotal stessa, che sente crescere in lei la responsabilità di quella vita. Le sorti del paziente, del suo corpo devastato, il suo desiderio e la richiesta di essere ucciso per pietà diventano lo spunto per riflettere su temi importanti come il limite tra cura e accanimento terapeutico, sul senso della vita quando si versa in una condizione che “è peggio che essere morti”. Su questi temi Hamotal, sul tetto del monastero, intrattiene lunghe chiacchierate con suor Clara, la monaca che sa imprecare in dieci lingue diverse, sua unica amica: fino a quando vale la pena vivere? “Ma la sofferenza? In nome di cosa è accettabile? Quanto giova la sofferenza a chi non ha speranza?”.

Alessia Bulla

titolo: Himmo re di Gerusalemme
categoria: Narrativa
autore/i: Kaniuk Yoram
editore: Giuntina
pagine: 155
prezzo: € 17.00