Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 16 giu 2010
ISSN 2037-4801

Libreria

Design e tecnologia per il rilancio dell'automotive piemontese

Design e tecnologia per il rilancio dell'automotive piemontese

Negli ultimi anni sempre più ricerche e analisi empiriche hanno riconosciuto al design un ruolo fondamentale nella creazione di prodotti e servizi innovativi: il suo contributo può migliorare il valore dei beni venduti, incrementare il fatturato e aprire nuovi mercati.

Il distretto industriale piemontese del settore automobilistico, con 39 aziende in attività sul territorio, vanta nella filiera dello stile una concentrazione di saperi e capacità uniche al mondo.  

La Regione Piemonte sta intervenendo per il rilancio a Torino di nuovi modi di pensare all'auto, convinta che l'innovazione sia la strada da percorrere affinché l'intero sistema economico regionale possa riposizionarsi sul mercato internazionale. In questa prospettiva ha finanziato una ricerca svolta dall'stituto di ricerca sull'impresa e lo sviluppo (Ceris) del Cnr,  finalizzata a investigare e caratterizzare le diverse competenze che caratterizzano la ‘filiera dello stile' dell'auto, per poter predisporre iniziative mirate ed efficaci per i diversi operatori.

La ricerca, delineata nella prospettiva delle diverse esperienze internazionali, è stata curata da Giuseppe Calabrese, dirigente di ricerca presso il Ceris. I risultati sono oggi pubblicati in forma di  volume con il titolo ‘La filiera dello stile e le politiche industriali per l'automotive in Piemonte e in Europa'. 

Secondo Rolfo, direttore del Ceris, spiega nella prefazione: "Mentre altri paesi sono alla ricerca di strumenti e politiche per sviluppare attività creative per il settore automobilistico, l'Italia ha già in Piemonte  una filiera importante e vitale, con imprese ben consolidate".  Dal lavoro del Cnr si evince che il 40% delle aziende di questo settore sono medio grandi, le piccole imprese  sono il 52% e le micro imprese solo il 7%. "Un dato significativo se confrontato con la realtà imprenditoriale italiana dove le micro società di capitale rappresentano il 60% del totale. Il settore esaminato, inoltre, ha un livello di esportazioni  pari al 56,7% del fatturato, a fronte del 30% medio delle imprese piemontesi, e investe in ricerca e sviluppo il 2,1 % del fatturato, quasi il doppio della altre aziende regionali".

Secondo il curatore del volume, la ricerca industriale e la formazione di alto livello possono sostenere  il processo di trasformazione da un'economia basata sulla produzione quantitativa a una concentrata sulla qualità. A fronte dell'affermarsi  di realtà imprenditoriali aggressive nei paesi emergenti, la tecnologia e il design sono per i paesi industrializzati la sola chiave per mantenere la competitività nei mercati.

La filiera del design nel settore automobilistico, in sintesi, se correttamente incentivata e sostenuta, può essere la chiave della riqualificazione industriale del Piemonte e diventare  un modello virtuoso per l'Europa e per l'Italia.

Claudio Barchesi

titolo: La filiera dello stile e le politiche industriali per l’automotive in Piemonte e in Europa
categoria: Saggi
autore/i: Calabrese Giuseppe (a cura di )
editore: Franco Angeli
pagine: 218
prezzo: € 19.00