Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 6 - 6 giu 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

La matematica come cultura
Saggi

La matematica come cultura

“Noi non siamo storici di professione”, avvertono Bruno D'Amore e Silvia Sbaragli, quasi a mettere le mani avanti con i lettori del loro libro. Pubblicato da Dedalo con la prefazione di Umberto Bozzetti, 'La matematica e la sua storia' non vuole ridursi a una mera elencazione degli studiosi che hanno reso grande questa disciplina, quanto far capire come, senza di essa, le civiltà non avrebbero avuto modo di evolversi come le abbiamo conosciute. Un progetto editoriale ambizioso, che si prefigge di seguire cronologicamente l'evoluzione di una materia che è ben lungi dal concetto di teoremi e formule da imparare a memoria.

Nel primo dei quattro volumi, il cui sottotitolo è 'Dalle origini al miracolo greco', si ripercorre la storia matematica dalle incisioni rupestri fino ad Archimede. La cultura greca è ovviamente fonte di tesi e studi che sono tuttora alla base del nostro sistema matematico e geometrico, basti pensare al teorema di Pitagora o alla negazione aristotelica. La 'regina delle scienze' viene quindi inserita nel contesto storico, politico, economico e sociale, consentendo al lettore di seguirne più attentamente le vicende. Anche le immagini che supportano il testo consentono di affrontare argomenti altrimenti di difficile comprensione, come le tavole dell'alfabeto fenicio o lo scaloide di Democrito. Nonostante la chiarezza espositiva con cui vengono trattati i temi, nel corso dei cinque capitoli emerge anche la complessità di alcuni concetti matematici che possono portare il lettore meno esperto a distrarsi.

Mentre all'interno dei primi due capitoli vengono descritti i metodi che Sumeri, Fenici ed Egizi utilizzarono per muovere i primi passi nella scienza dei numeri, nei successivi le questioni affrontate a livello storico e narrativo si fanno più difficili e la presenza di termini tecnici e di lunghi svolgimenti dei problemi posti nel testo non agevolano il lettore privo di conoscenze pregresse.

Malgrado ciò, grazie alla capacità degli autori di equilibrare aspetti tecnici e culturali, il volume è un apprezzabile tentativo di apertura verso una visione della disciplina lontana dagli stereotipi che da sempre le sono attribuiti: noiosa, superba e chiusa. D'Amore e Sbaragli, entrambi laureati e con un PhD in matematica, definiscono il loro approccio didattico rivolto a coloro che, già a conoscenza degli argomenti trattati, intendano ampliare o confermare le loro informazioni. Tra questi, si spera ci siano anche studenti desiderosi di approfondire una materia spesso ostica.

Ilaria Fiorentini

titolo: La matematica e la sua storia
categoria: Saggi
autore/i: DAmore Bruno, Sbaragli Silvia
editore: Dedalo
pagine: 360
prezzo: € 22.00