Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 4 - 11 apr 2018
ISSN 2037-4801

Recensioni

L'utilità dell'epistemologia interattiva
Ragazzi

L'utilità dell'epistemologia interattiva

Cosa crediamo di sapere? Cosa sanno gli altri che noi non sappiamo? Definire il sapere e la conoscenza è una questione che appassiona i filosofi da sempre, fin da Socrate. Ed è anche al centro di 'Io penso che tu creda che lei sappia' di Bruno Codenotti, direttore di ricerca dell'Istituto di informatica e telematica del Cnr di Pisa, e Claudia Flandoli, biologa specializzata nella divulgazione scientifica a fumetti (Sironi). Gli autori invitano a riflettere sul significato di conoscenza, in particolare sull'epistemologia interattiva, che si occupa della conoscenza sulla conoscenza degli altri e che offre tecniche per orientarsi in situazioni interattive complesse: “Le relazioni umane possono essere molto complicate e presentare comportamenti difficili da decifrare, questo accade nell'ambito di rapporti sentimentali, di lavoro e anche nel quadro di semplici scambi di opinione tra conoscenti o tra esperti di un determinato settore. È piuttosto comune ascoltare dibattiti di natura politica, sociale o culturale senza capire cosa effettivamente si muova dietro le quinte… L'osservatore ha talvolta la sensazione di non avere a disposizione le informazioni sufficienti per esprimere un giudizio ben fondato”.

Spesso capita di prendere decisioni importanti avendo una percezione sbagliata del contesto, convinti di essere nel giusto, come illustrato nel paragrafo 'I verbi in gioco': all'interno di un'aula la professoressa chiama una studentessa e le chiede del Dna; la ragazza risponde in modo approssimativo e ottiene un 6. La giovane, convinta di essere andata bene, si arrabbia e discute con l'insegnante che sottolinea: “Tu credi di sapere più di quanto non sappia”. Chi dei due ha ragione? La risposta si può dare solo utilizzando l'epistemologia interattiva. Ma questa disciplina ha avuto negli ultimi anni un forte impulso legato soprattutto allo sviluppo di Internet e alla mancanza di autorità nelle informazioni che circolano on line, aiutandoci anche a smascherare anche le fake news.

I fumetti di Claudia Flandoli, utilizzati a supporto del testo, illustrano storie tratte dalla vita quotidiana, dalla filosofia e dalla letteratura di tutti i tempi. Il lettore viene posto di fronte a situazioni e problemi di natura “interattiva per affrontare i quali dovrà rivestire i panni del detective attento e consapevole del contesto”. Per favorire la comprensione del tema, il libro è strutturato in diversi livelli di lettura: ci si può fermare alla parte aneddotica, facendosi così un'idea generale, addentrandosi nella parte tecnica oppure si possono studiare i casi interattivi proposti nei fumetti.

Maria Adelaide Ranchino

titolo: Io penso che tu creda che lei sappia
categoria: Ragazzi
autore/i: Codenotti Bruno, Flandoli Claudia
editore: Sironi
pagine: 234
prezzo: € 21.80