Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 8 mar 2017
ISSN 2037-4801

Recensioni

Le tecnologie del domani
Saggi

Le tecnologie del domani

Sono 115 le tecnologie di maggiore interesse per l'industria italiana indicate nel rapporto 'Le innovazioni del prossimo futuro', curato dall'Associazione italiana per la ricerca industriale (Airi) e realizzato con il contributo di 200 ricercatori industriali e pubblici in rappresentanza dei soci della compagnia. Giunto alla nona edizione, il volume esprime gli indirizzi verso cui si muove l'attività di ricerca dell'industria italiana nel breve-medio periodo, all'interno dei 10 settori presi in esame: informatica e telecomunicazioni, microelettronica e semiconduttori, energia, chimica, farmaceutica e biotecnologie, trasporti, aeronautica, spazio, beni strumentali per l'industria e i servizi, ambiente. Le tecnologie sono state selezionate in base a criteri di innovatività, impatto socio-economico e durata media necessaria per l'immissione nel mercato, coerenza con le linee guida delle direttive europee. Ogni profilo riporta le motivazioni per lo sviluppo, lo stato dell'arte in Italia e all'estero, l'entità degli investimenti necessari al successo della ricerca.

La principale novità del rapporto 2016 rispetto alle analisi passate è la rivalutazione dei due settori ambiente e spazio. In quest'ultimo, spiccano le tecnologie spaziali di telecomunicazione, che pongono come priorità di intervento il superamento del digital divide e lo sviluppo dei servizi digitali. In tale contesto viene elaborata la SatCom System Infrastructure, ossia l'implementazione delle reti terrestri fisse e mobili tramite un'infrastruttura per telecomunicazioni satellitari che fornisce, su copertura nazionale, una connettività a banda ultra larga, ossiacon velocità di trasferimento dati oltre i 30 Mb/s che si pone l'obiettivo di raggiungere i 100 Mb/s. Questa innovazione prevede a sua volta lo sviluppo di soluzioni sia per il segmento di terra, al fine di realizzare meccanismi di diversità geografica che vadano a massimizzare la disponibilità del collegamento complessivo e a contrastare le problematiche create dai fenomeni meteorologici sul funzionamento della banda, sia per la piattaforma satellitare, per esempio prevedendo l'utilizzo di radiatori dispiegabili, in grado di soddisfare il controllo termico del satellite.

Nella branca ambientale, tra le tecnologie prioritarie ci sono quelle per la conversione della CO2 al fine di ridurre i cambiamenti climatici e promuovere lo sviluppo sostenibile: concentrare le ricerche su questa tematica costituisce un fattore vincente per la competitività a livello industriale. Il rapporto sottolinea però come l'Italia sia ancora in forte ritardo nell'introdurre le indagini svolte in questa direzione, motivo per cui si rende necessario già da subito intervenire sull'applicazione di questo tipo di innovazioni per non restare indietro rispetto agli altri paesi dell'Unione Europea che stanno investendo di più nelle tecniche di trasformazione dell'anidride carbonica, nell'ottica della salvaguardia ambientale.

L'auspicio è che le indicazioni del Rapporto Airi possano rappresentare un contributo per le istituzioni nazionali e locali e per il governo, allo scopo di informare sulle tendenze tecnologiche rilevanti e di dimostrare che la cooperazione tra ricerca industriale e pubblica può portare alla definizione di politiche nazionali valide e perseguibili.

Laura Anderlucci

titolo: Le innovazioni del prossimo futuro
categoria: Saggi
autore/i: Airi (a cura di)
editore: Agra
pagine: 803
prezzo: € 70.00