Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 2 - 8 feb 2017
ISSN 2037-4801

Recensioni

Le ricerche astronomiche della Santa Sede
Saggi

Le ricerche astronomiche della Santa Sede

Il libro 'La Specola vaticana', curato dalla studiosa Maria Rosati Buffetti, rappresenta un viaggio alla scoperta di un incontro emblematico tra scienza e fede: un racconto per testo e immagini della storia di uno degli osservatori astronomici più antichi del mondo, l'Istituto di ricerca scientifica della Santa Sede. Il percorso comincia con la Torre dei venti, fatta erigere nel 1578 sul colle Vaticano  - con la Sala della meridiana di Ignazio Danti e l'anemoscopio -  da Gregorio XIII, il quale vi convocò illustri astronomi e matematici gesuiti del Collegio Romano per  preparare la riforma del calendario giuliano, sfasato di 10 giorni rispetto al corso del Sole e con evidenti conseguenze per la data esatta della Pasqua cristiana. Da allora la Torre dei venti si trasformò nella roccaforte scientifica della Santa Romana Chiesa, divenendo anche osservatorio sismologico dopo il terremoto del 1703, per volere di Clemente XI.

Fu sulla base di questa lunga tradizione che Leone XIII, per difendere la Chiesa dall'atavica accusa di essere contraria al progresso scientifico, con il Motu proprio 'Ut mysticam' del 14 marzo 1891 fondò ufficialmente l'Osservatorio della 'Specola vaticana,' restituendo la Torre dei venti alla sua originaria funzione e sostituendo il tetto con un terrazzo piano per le osservazioni astronomiche.

Oggi la Specola continua a essere gestita dai Gesuiti con due centri: uno presso il palazzo pontificio di Castelgandolfo (Roma) e uno in Arizona, sul Monte Graham. Infatti, per la crescente illuminazione del cielo dovuta all'urbanizzazione, la stessa ricerca dell'oscurità portò gli astronomi vaticani, già alla fine degli anni '30, a trasferirsi nel piccolo centro dei Colli Albani e, dal 1991, fin nel deserto dell'Arizona, dove si trova il potente telescopio a tecnologia avanzata el Programma Vatt.

Il saggio, corredato di suggestive foto e documenti d'archivio, con l'efficace prefazione di Paolo Portoghesi, permette di conoscere non solo il contributo dei Gesuiti in ambito scientifico e l'evoluzione del rapporto  della Chiesa cattolica con le scienze esatte, ma anche la varietà dei settori di ricerca in corso a tutt'oggi  presso la Specola, dalla materia cosmica  all'ottica. Ne sono un esempio  la classificazione delle stelle in base ai loro spettri (l'insieme delle diverse lunghezze d'onda che compongono la luce), effettuata a partire dal 1957 con l'istallazione del telescopio Schmidt a grande campo, e lo studio dell'enigmatico fenomeno del 'raggio verde', che tanto affascinò lo scrittore  Jules Verne. 

Luisa De Biagi

titolo: La Specola Vaticana
categoria: Saggi
autore/i: Rosati Buffetti M,aria
editore: Gangemi
pagine: 142
prezzo: € 24.00