Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 7 - 6 lug 2016
ISSN 2037-4801

Recensioni

Conoscenze narrate. In Francia e non solo
Rivista

Conoscenze narrate. In Francia e non solo

Indagare il rapporto tra letteratura, filosofia, sociologia, cinema, musica in Francia, all'interno dei macrocontesti narrativi della modernità. Questo l'obiettivo del numero speciale monografico di Bérénice, semestrale di studi comparati e ricerche sulle avanguardie, dedicato a un progetto di ricerca multidisciplinare dal titolo 'Conoscenze narrate. Letterature e processi culturali in Francia'. Il proposito è tratteggiare possibili itinerari di studio e di ricerca tenendo conto dell'evoluzione delle strategie narrative nel corso del tempo e di come esse siano strettamente correlate all'apparizione dei nuovi media e ai mutamenti socioculturali che caratterizzano ciascuna epoca storica.

Il rapporto tra scrittura e comunicazione descritto da Robert Escarpit si carica di significati nuovi in Francia (ma non solo) nell'era del multimediale e del mainstream, senza tuttavia perdere la cifra semiotica ed espressiva che caratterizza l'agire narrativo orientato alla costruzione e alla diffusione del sapere. La scrittura intesa come medium narrativo in grado di descrivere le dinamiche sottese alla definizione sociale delle conoscenze: di qui l'accento posto su un preciso target editoriale (giornali, epistolari, saggistica, diari), fertile di contributi critici ed epistemologici utili alla costruzione dell'identità culturale moderna, ben prima dell'avvento dell'impero dei segni descritto da Roland Barthes e del villaggio globale dell'informazione anticipato da Marshall McLuhan.

Finalità prioritaria è analizzare il processo evolutivo delle strategie narrative del sapere e della conoscenza, dalla modernità alla post-modernità, segnata (secondo Jean-François Lyotard) dal tramonto delle grandi narrazioni. In primo piano, i rapporti tra narrazione, scrittura e conoscenza, con l'attenzione rivolta al rapporto in divenire tra autori, editori, pubblico e istituzioni formative: un rapporto segnato dal progressivo dispiegamento dei consumi di massa e della costruzione dell'opinione pubblica riflessiva evocata da Jürgen Habermas all'alba della modernità.

Il progetto vede coinvolti studiosi e docenti di atenei italiani: Bologna, Catania, Foggia, Perugia, Napoli (Parthenope), Roma (Pontifica Università della Santa Croce). Coinvolti anche il Consiglio nazionale delle ricerche e professionisti della comunicazione istituzionale.

Nel primo numero confluiscono contribuiti critici sulla letteratura e sul pensiero francese tra Otto e Novecento, declinati secondo approcci esegetici differenti, prevalentemente letterari e sociologici. Il volume contiene i saggi di Rosa Maria Palermo, Carolina Diglio, Marilia Marchetti, François Proia, Antonio Malo, Giselda Antonelli, Fabio D'Andrea, Valentina Grassi, Andrea Lombardinilo, Marco Ferrazzoli, Maurizio Ottaviani.

U. S.

titolo: Bérénice
categoria: Rivista
autore/i: Bertozzi Gabriel-Aldo, Proia François
editore: Solfanelli
pagine: 144
prezzo: € 12.00