Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 12 mag 2010
ISSN 2037-4801

Libreria

Per sensibilizzare i ragazzi contro il 'caldo'

Per sensibilizzare i ragazzi contro il 'caldo'

Pensato fin dal titolo per la generazione del Protocollo di Kyoto, ‘Mamma mia che caldo che fa' è un accorato appello ai giovani perché si sensibilizzino sul tema ambientale. A lanciarlo Leo Hickman, giornalista ecologista, editorialista del quotidiano inglese ‘Guardian', che nella sua veste di divulgatore scientifico evita eccessivi catastrofismi, ma analizza punto per punto le ‘patologie' da cui è affetto il nostro pianeta.

L'autore parte da lontano, con i primi due capitoli che parlano della Terra agli albori e del clima nel corso dei millenni, per puntare poi il dito sulle parole ricorrenti quali effetto serra, gas serra, crisi energetica, scioglimenti dei ghiacciai. Come nell'usuale tradizione divulgativa anglosassone, il testo è ricco di aneddoti, curiosità, notizie stravaganti che permettono al lettore di divagare e spesso anche di sorridere. Il tono generale rimane però quello che fa dire a Hickman "Il cambiamento del clima è diventato il problema più importante della nostra epoca, e forse dell'intera storia dell'umanità, perché riguarda ogni persona che vive su questo Pianeta. Per la prima volta nella nostra storia, una sola specie, gli uomini - voi ed io - sta provocando un cambiamento del clima".

Il libro si chiude in chiave attiva e propositiva, con gli ultimi due capitoli che indicano alcune possibili soluzioni e soprattutto "che cosa posso fare io?" a scuola, a casa, con gli amici e in famiglia: una serie di suggerimenti e proposte pratiche da adottare giorno per giorno per contribuire alla salvaguardia del mondo. 

Fabrizio Casa

titolo: Mamma mia che caldo che fa
categoria: Ragazzi
autore/i: Hickman Leo
editore: Salani
pagine: 238
prezzo: € 14.00