Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 4 - 6 apr 2016
ISSN 2037-4801

Recensioni

Com'è cambiato il Belpaese a tavola 
Saggi

Com'è cambiato il Belpaese a tavola 

Colazione, pranzo, cena: pasti quotidiani che siamo soliti consumare senza immaginare come, nel giro di 150 anni siano cambiati. Guerre, mode, invenzioni e innovazioni hanno infatti modificato abitudini, stili, cibi e perfino luoghi in cui vengono preparati.

Pier Francesco Listri ci accompagna attraverso questa “straordinaria rivoluzione lenta e quotidiana quindi inavvertita” con il suo saggio 'Gli italiani a tavola', edito da Le Lettere. L'autore racconta come la tavola si è trasformata dal tempo dei bisnonni fino ad oggi, muovendo da una Firenze di fine Ottocento, con gli scritti di Pellegrino Artusi, per spaziare nell'Italia delle e fra le due guerre, curiosando nelle diversità della cucina borghese e di quella del popolo.

Aneddoti, curiosità e fotografie di un Paese lontano si susseguono nelle pagine del libro, evidenziando come i conflitti, i razionamenti, il mercato nero, gli aiuti degli alleati abbiano variato il nostro approccio ai diversi alimenti, ma anche la vendita e la cura nella preparazione del cibo. Si perde la condivisione del pasto, si inizia a preferire la colazione al bar, il pranzo fuori, la cena in pizzeria con gli amici.

Cambia il luogo dove si prepara il cibo: la “stanza della cucina” si arricchisce di elettrodomestici, con tempi dimezzati per la preparazione dei pasti. Muta la presentazione dei piatti, si punta sulla vista non solo sul gusto; cambiano i luoghi di acquisto, spariscono le botteghe con gli odori, i profumi, e arrivano i supermercati. Infine, si fa strada una nuova attenzione per la qualità del cibo: non si mangia più solo per nutrirsi ma per stare bene.

Anna Maria Carchidi

titolo: Gli italiani a tavola
categoria: Saggi
autore/i: Listri Pier Francesco
editore: Le Lettere
pagine: 89
prezzo: € 11.90