Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 9 mar 2016
ISSN 2037-4801

Recensioni

Una nuova concezione del mondo (e di noi)
Saggi

Una nuova concezione del mondo (e di noi)

‘Vita e Natura. Una visione sistemica’ è l'ultimo lavoro di Fritjof Capra, scritto con Pier Luigi Luisi e pubblicato da Aboca nella collana ‘International Lectures on Nature and Human Ecology’: integra in un unico quadro di pensiero idee, modelli e teorie della cosiddetta “visione sistemica” della vita, con implicazioni economiche, ecologiche, politiche e spirituali e l'esame di termini chiave come autopoiesi, pattern di organizzazione, strutture dissipative, co-evoluzione. Il testo aiuta a comprendere questa concezione con la prospettiva ‘aperta’ di Capra (professore di Berkley assurto a popolarità mondiale con ‘Il Tao della fisica’) e Luisi (professore di Biochimica all’Università di RomaTre) che spazia dalla rivoluzione dell’assistenza sanitaria al management, alla crisi ambientale, sino a una suggestiva interpretazione dei social network.

Negli ultimi 30 anni, negli ambienti scientifici d’avanguardia è emersa una nuova concezione “sistemica” della vita: i concetti di complessità e reti hanno assunto nuovo significato, proponendo un approccio integrato e interdisciplinare alle diverse dimensioni dell’esistenza biologica, cognitiva e sociale. Argomenti di grande attualità, ampiamente riflessi anche nell’enciclica ‘Laudato si'’, in cui Francesco ricorda che "il mondo non può essere analizzato solo isolando uno dei suoi aspetti, perché il libro della natura è uno e indivisibile".

La vita sarebbe, in sintesi, una rete di relazioni complesse e inseparabili, con il singolo fenomeno che non può prescindere dal sistema in cui ha luogo. Le risposte, allora, sarebbero in un approccio olistico. La disciplina che rispecchia al meglio questa visione è l’ecologia: riconnette le scienze della vita con le scienze della terra e studia l’interazione di organismi tra loro e l'ambiente circostante. La nuova scienza ecologica emerge dalla biologia organicista solo nel tardo Novecento, quando si sviluppa il concetto di ecosistema, caratterizzato dalla consapevolezza che tutti gli esseri viventi sono interdipendenti. L’ecologia è, inoltre, un ponte ideale tra scienza e spiritualità. Nella visione sistemica della vita, è infatti essenziale il concetto di equilibrio tra progresso materiale e tecnologico e crescita interiore degli individui "Le cose - scrive il filosofo proto-buddhista Nagarjuna - derivano la loro esistenza, la loro natura, da una reciproca dipendenza, e in se stesse non sono nulla".

L’educazione ecologica diventa allora un aspetto fondamentale della società moderna, così la consapevolezza dell'interdipendenza di tutti i fenomeni e il fatto che come individui e società siamo immersi in (e dipendiamo da) processi naturali ciclici determinano l’urgenza dell’agire.

Roberto Messina

titolo: Vita e natura. Una visione sistemica
categoria: Saggi
autore/i: Capra Fritjof, Luisi Pier Luigi
editore: Aboca
pagine: 606
prezzo: € 34.00