Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 10 - 21 ott 2015
ISSN 2037-4801

Libreria a cura di Paolo Capasso

Sardegna: la Catalogna d’Italia

Sardegna: la Catalogna d’Italia

Durante il XIII la corona aragonese si lancia in un'audace espansione politica e mercantile su tutta l'area mediterranea, ai danni delle marinerie pisane, genovesi e veneziane con cui si contende il predominio sui mercati orientali. Grazie a una rotta d'altura attraverso le isole  Baleari, la Sardegna, la Sicilia, la Grecia e Cipro, e per mezzo di empori lungo queste tappe intermedie, i catalani dimezzano i tempi di percorrenza delle navi mercantili, con un gran risparmio sui costi sulla tratta da Barcellona a Beirut. La Sardegna, per la sua posizione strategica, è una base indispensabile per questo audace progetto in quanto i suoi porti costituiscono un approdo ideale. Per sostenere i propri piani, quindi, a partire dal 1262 si intessono politiche matrimoniali a relazioni diplomatiche, fino ad arrivare alla costituzione del Regnum Sardinie et Corsice nel 1297. Si apre così un lungo periodo di legami storici e rapporti culturali, accademici, commerciali, politici e affettivi, tra Catalogna e Sardegna, tuttora molto sentiti soprattutto ad Alghero, città catalana d’Italia.

Il volume 'Sardegna Catalana’, curato da due ricercatrici dell’Istituto di storia dell'Europa mediterranea (Isem) del Cnr, Anna Maria Oliva e Olivetta Schena, raccoglie 17 saggi il cui obiettivo è presentare alcuni aspetti significativi delle istituzioni e della società sardo-catalana tra XIV e XVI secolo, con la volontà di offrire un quadro il più possibile esaustivo. Lo studio raccoglie dall’analisi delle più recenti fonti edite agli aspetti archeologici, geografici e etnomusicologi, fino alla rilettura sociale di aspetti religiosi e devozionali, secondo un criterio di studio multidisciplinare.

Le ricerche raccolte nel volume traggono ispirazione dalla lunga tradizione storiografica sarda che dal secondo dopoguerra si è rivolta alla penisola iberica e all’inesauribile deposito documentario rappresentato dall’Archivio della corona d’Aragona di Barcellona, in cui è conservata tanta memoria della Sardegna e non.

Il volume vede la stretta collaborazione dell’Isem-Cnr con l’Istituto di studi catalani, assieme all’Università di Cagliari e di Sassari e dell’Archivio di Stato di Cagliari, nell’intento di testimoniare in modo durevole e tangibile una significativa storia comune.

Laura Cardinale

titolo: Sardegna Catalana
categoria: Specialistica
autore/i: Oliva Anna Maria, Schena Olivetta (a cura di)
editore: Institut dEstudis Catalans
pagine: 411
prezzo: € 35.00