Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 26 ago 2015
ISSN 2037-4801

Libreria a cura di Paolo Capasso

Quando il cibo diventa ossessione

Quando il cibo diventa ossessione

Nel corso dell’ultimo secolo, dopo millenni di storia evolutiva, nella cultura occidentale, il cibo, da bisogno primario si è tramutato in ossessione, diventando quella che nel 1997 il medico americano Steven Bratman, ha definito ‘Ortoressia’. Si è così affermata un’attenzione maniacale a quello che mangiamo, con indicazioni dietetiche e prescrizioni salutistiche che, paradossalmente, si incrociano con il proliferare di un’offerta industriale e commerciale talvolta in contraddizione con i fondamenti di una corretta alimentazione.

In ogni momento della nostra giornata, alla tv e alla radio, sulle patinate riviste di settore e non, sui quotidiani, la smania del mangiar bene è diventata onnipresente. Abbondano infatti ricette, consigli, proposte di nuovi regimi alimentari, con l’uso frequente di quei termini più o meno tecnici che spesso ci confondo senza chiarire ciò che è bene o è male mangiare.

Questo surplus di notizie, dettato da una società che cerca sia una forma fisica impeccabile sia la salvaguardia delle risorse naturali che rimangono intatte sul pianeta, si è trasformato nel corso del tempo in una sorta di ossessione per tutto quello che ingeriamo, compriamo, cuciniamo.

Partendo da queste considerazioni l'autrice ha messo a confronto opinioni anche contrastanti su argomenti vari e disparati sempre riguardanti il cibo e l'alimentazione. Dal 'cattivissimo Ogm' al biologico, dal veganesimo al vegetarianesimo, dalle diete fai da te delle star e dei vip, agli studi su una delle cause più comuni di morte del nostro secolo; l’obesità.

Non mancano tra l’altro i casi di cronaca riguardanti la contraffazione alimentare, in quanto, complice la crisi degli ultimi anni, anche nel nostro Bel paese il cibo taroccato sembra diffondersi. L’intenzione, di Anna Maria Carchidi è quella di mettere la pulce nell’orecchio del lettore, in modo da fornirgli gli strumenti per orientarsi nel marasma di informazioni che lo bombardano giorno dopo giorno.

“Ciascuno è ovviamente libero di seguire il regime alimentare preferito, ma evitando di trasformarlo in un regime dittatoriale”, ammonisce Marco Ferrazzoli nella prefazione.

U.S.

titolo: Cibo. Ossessioni per il nuovo millennio
categoria: Saggi
autore/i: Carchidi Anna Maria
editore: Lu::Ce
pagine: 110
prezzo: € 12.00