Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 26 ago 2015
ISSN 2037-4801

Libreria a cura di Paolo Capasso

La verità costruita

La verità costruita

‘Notizie che non lo erano’, di Luca Sofri, presenta uno spaccato sull’attività delle organizzazioni giornalistiche cui, istituzionalmente, compete l’importante ruolo di fornire alla società un’informazione accurata, vera e verificata. Il libro evidenzia, però, una realtà ben diversa da quella attesa, o quanto meno auspicata, soprattutto per quanto attiene alle testate italiane, infarcite, secondo l’autore, di bugie, sviste, bufale ed equivoci.

Benché la tempestività nel comunicare una notizia costituisca uno dei requisiti cardine di una buona informazione, sarebbe auspicabile e prioritario che non venissero sacrificate la veridicità e la correttezza di quanto pubblicato. In molti casi l’ansia di precedere le altre testate con una 'notizia esclusiva', produce il diffondersi delle cosiddette leggende metropolitane che, senza alcuna seria verifica, vengono riprese velocemente, prima dal web e, successivamente, dagli altri organi di stampa, autoalimentandosi e, ad ogni passaggio, accreditandosi sempre più.

Attribuire però questo effetto negativo esclusivamente alla presenza e alla diffusione di Internet sarebbe fuorviante. Sia perché il problema dell’accuratezza delle informazioni preesisteva infatti all’introduzione delle reti telematiche, sia perché minando l’oligopolio dell’informazione tradizionale, queste reti hanno consentito, attraverso l’accesso libero di un’utenza praticamente illimitata, tanto la circolazione di notizie, comprese quelle false e inattendibili, quanto un confronto su queste in tempo reale, con la possibilità, quindi, di verificarne, smentirne o avallarne contenuti e portata. È semmai l’assenza di filtri adeguati sui diversi canali di comunicazione a produrre una sequela di 'bufale', improntate al sensazionalismo e talvolta all’allarmismo.

Ad esempio, il rinvenimento della famosa agenda rossa del giudice Paolo Borsellino, le presunte uscite notturne di nascosto dal Vaticano di Papa Francesco o il complotto per uccidere il presidente americano Obama, tutte notizie rivelatesi inesatte quando non del tutto inventate.

Una che ha avuto, però serie ripercussioni sulla vita degli italiani, è stata quella delle morti presumibilmente causate dal vaccino antinfluenzale. “Ci sono state persone che non si sono vaccinate per paura. Di notizie false si muore”, afferma l'autore. Ciò che risulta ancora più sconcertante è che molte di queste notizie, imprudentemente lanciate in pasto alla popolazione, spesso siano ancora presenti negli archivi.

Marco Serio

titolo: Notizie che non lo erano
categoria: Saggi
autore/i: Sofri Luca
editore: Rizzoli
pagine: 247
prezzo: € 13.60