Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 28 gen 2015
ISSN 2037-4801

Libreria

I riusciti 'fallimenti’ di Riccardo D’Anna

I riusciti 'fallimenti’ di Riccardo D’Anna

Raccontare la crisi in atto dal particolarissimo punto di vista di un riscossore crediti, scegliendo la forma narrativa, anziché quella del saggio socio-economico. Questa l’originale sfida lanciata e raccolta a un tempo da Riccardo D’Anna con 'Compro fallimenti’. Marco, il protagonista, diventa il testimone in prima persona e in presa diretta di un’umanità minore, marginale, raramente illuminata dai riflettori mediatici, che vive tra elusioni normative, finta normalità e soprattutto una buona dose di disprezzo per il prossimo e per se stessi. Le vicende 'professionali’ di Maico si intrecciano con la sua storia personale e privata, inclusa un’anomala 'ricerca del padre’, formando un intreccio intrigante.

In quest’ultima, come già nelle precedenti, opere di D’Anna, più del 'plot’ narrativo contano però l’aspetto letterario, l’amore per la scrittura, la cura minuziosa del lessico, che rappresentano le migliori qualità del libro. Se un appunto critico può essere mosso, invece, è quello relativo all’articolazione testuale ed editoriale, che appare indecisa tra il racconto e il romanzo, forse a causa della dichiarata derivazione di 'Compro fallimenti’ da 'Lotto 25. Chi ha ucciso Annarella Bracci?’, la precedente opera dell’autore, della quale qui si riprende il taglio di 'cronaca’. Viene da suggerire a D’Anna, date anche le sue evidenti e appassioni radici storico-letterarie, di staccarsi dalla brevità e cimentarsi con un impegno di respiro maggiore.

M.F.

titolo: Compro fallimenti
categoria: Narrativa
autore/i: D'Anna Riccardo
editore: Memori
pagine: 137
prezzo: € 14.50