Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 17 - 11 dic 2013
ISSN 2037-4801

Libreria

Ridateci la parola!

Ridateci la parola!

Proporre nuove riflessioni sulla ricerca psicoanalitica sottolineando l’intreccio di elementi cruciali come corpo, visione e parola e il loro modo di manifestarsi nel confronto con i pazienti. È questo l’intento del nuovo libro di Lucio Russo “Esperienze. Corpo, visione, parola nel lavoro psicoanalitico”.

L’autore illustra le modalità con cui si possono percepire i diversi stati d’animo delle persone, in particolare quelli negativi, partendo dalla descrizione di fenomeni come le allucinazioni, che rivelano la vera essenza dell’individuo. È nel sogno però che lo psicoanalista deve indagare, per riuscire a dare forma ed espressione a quegli eventi inconsci che altrimenti sarebbero incomunicabili e rimarrebbero così sopiti nella mente del soggetto.

Ciò che secondo Russo rappresenta un ostacolo per questo percorso è la perdita, da parte di nuove e vecchie generazioni, della capacità di utilizzare le 'parole piene’ per descrivere la realtà e le loro sensazioni. Nell’era delle chat, degli sms, dei tweet e della comunicazione digitale occorre stimolare la fantasia dei soggetti, in modo da 'salvarli’ dalla banalità del linguaggio quotidiano.

Gianluca Viscogliosi

titolo: Esperienze. Corpo, visione, parola nel lavoro psicoanalitico
categoria: Saggi
autore/i: Russo Lucio
editore: Borla
pagine: 240
prezzo: € 26.00