Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 15 - 30 ott 2013
ISSN 2037-4801

Libreria

Prosopagnosia, questa sconosciuta

Prosopagnosia, questa sconosciuta

“Molto spesso gli scienziati sono accusati del fatto che i loro lavori sono inaccessibili ai più perché troppo complicati e/o tecnici da capire per la gente comune o perché troppo teorici, senza quindi applicazioni alla vita di tutti i giorni. Spero vivamente che questo testo rappresenti un piccolo passo verso un migliore e più proficuo incontro tra ricerca e grande pubblico”. Scrive così nell’introduzione del suo e-book 'Prosopagnasia’ Davide Rivolta.

Il tema affrontato dall’autore, psicologo con un dottorato di ricerca, è la prosopagnasia (dal greco 'prosopon’ faccia e 'agnosia’ mancanza di conoscenza), ossia l’incapacità di riconoscere i volti in presenza di un funzionamento cognitivo generale del tutto normale. Auspicio dell’autore è rendere nota questa patologia, far si che la parola prosopagnosia diventi parte del lessico collettivo, come lo è divenuto il termine dislessia, e che alla figura del logopedista si affianchi presto quella del 'prosopedista’.

Leggendo il testo si apprende innanzitutto che questo disturbo può insorgere a seguito di una lesione cerebrale, o essere congenito, e che solo quest’ultima forma colpisce in Italia, circa un milione e mezzo di persone in larga misura non consapevoli del proprio stato. 

Per guidare alla scoperta di questa malattia, Rivolta illustra storia, metodologie e tecniche usate dalle scienze cognitive; passa poi a descrivere gli aspetti cognitivi e neuronali alla base del riconoscimento facciale; quindi spiega le peculiarità psicologiche e neuronali della patologia e le caratteristiche del riconoscimento inconscio dei volti. Una parte, infine è dedicata a testimonianze dirette di individui, adulti e bambini, che hanno difficoltà a riconoscere le persone dal viso.

“Anche se al momento non esistono cure - conclude l'e-book - la sola conoscenza che questa fastidiosa difficoltà nel riconoscere persone ha un nome, è molto diffusa, ha una componente genetica, non influenza l’intelligenza o i risultati scolastici, e che molte persone al mondo la stanno studiando per individuarne una cura, sarebbe a mio avviso terapeutico”.

Rita Bugliosi

titolo: Prosopagnosia
categoria: Multimediale
autore/i: Rivolta Davide
editore: Ferrari Sinibaldi
prezzo: € 9.90