Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 13 feb 2013
ISSN 2037-4801

Libreria

Quando la morte risveglia la vita 

Quando la morte risveglia la vita 

Marìa José, la protagonista di 'La vita, intanto', è immobile in un letto della stanza 126 dell'ospedale Sanchez Diaz-Canel. La ragazza è in coma o meglio "è un 'traffico' come chiamano qui all'ospedale le vittime d'incidente d'auto... Il colpo le ha provocato delle lesioni cerebrali, ma a portarsela via sarà un'infezione, o un edema polmonare, o tutto insieme, tra un mese o tra un anno".

Il libro della giornalista e scrittrice Carmen Amoraga non racconta però dell'agonia della donna, ma delle persone che si alternano al suo capezzale e che, come ha suggerito loro l'infermiera, devono "parlarle continuamente, e toccarla, e accarezzarla perché lei sentisse di non essere sola. Non è scientificamente provato, ma voi parlatele, non si sa mai".

Accanto a Marìa José si siedono la madre Pilar, il padre Paco, l'amica del cuore Marga, l'ex marito Joaquìn e Cleopatra, la donna che trascorre con lei la notte. Di ciascuno veniamo a scoprire i desideri più segreti, le speranze mai confessate, le sofferenze nascoste.

Per loro stare vicino alla donna morente vuol dire parlare con se stessi, riesaminare la propria vita e confessare verità mai dette. Sembra quasi che stare così vicini alla morte li spinga a riappropriarsi della vita, a ritrovarne il senso vero. Così, se un risveglio ci sarà, sarà quello dei famigliari e delle persone a cui Marìa Josè sta a cuore.

'La vita, intanto' è un romanzo corale, scritto con sensibilità non priva di delicata ironia. Lo dimostrano le oltre 100 mila copie vendute in Spagna, e l'inclusione del libro tra i finalisti del 'Premio Planeta', il più prestigioso riconoscimento letterario spagnolo.

Rita Bugliosi

titolo: La vita, intanto
categoria: Narrativa
autore/i: Amoraga Carmen
editore: Piemme
pagine: 305
prezzo: € 15.50