Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 17 - 6 nov 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

Animali: proprio come noi?

Animali: proprio come noi?

Il libro di Margherita D'Amico ha un 'difetto', è scritto molto bene. L'autrice vi raccoglie l'eredità di una formazione letteraria e culturale di ottimo livello, essendo discendente di Suso Cecchi D'Amico, Silvio D'Amico ed Emilio Cecchi. Lo stile è cresciuto molto dai suoi esordi letterari, forse troppo precoci, probabilmente grazie all'attività giornalistica oggi svolta continuativamente.

Il suo non è però un vero e proprio romanzo e neppure un libro di racconti, è una raccolta di 'storie' riguardanti gli animali e scritti con la posizione dichiarata dell'animalista nella posizione in qualche modo estrema, cioè di chi sostiene che gli altri esseri viventi abbiano diritti e dignità sostanzialmente analoghi ai nostri. Diciamo meglio, che la loro vita valga quanto la nostra. Ne deriva quindi che non si debba ucciderli per mangiarli e nemmeno per 'disinfestare' come si fa con i ratti ai quali, probabilmente per provocazione, sono dedicate le prime pagine difensive e autobiografiche, nelle quali l'autrice ricorda di come abbia inutilmente tentato di salvarne uno dall'avvelenamento. Coraggiosa e onesta soluzione, quella di dedicare a una bestia che ottiene certo minor simpatia rispetto a coniglietti e gattini randagi.

Il libro si legge volentieri, viene voglia quindi di condividerne il messaggio il più possibile, laddove per esempio si denunciano le condizioni ancora ignobili di tanti allevamenti, poiché almeno in questa privilegiata parte del mondo ci potremmo permettere di mangiare carne di migliore qualità, in minore quantità e ricavata da animali trattati nel miglior modo possibile sino alla loro fine. Sarebbe però inutile, probabilmente, poiché sulle conclusioni ultime della D'Amico pochi converrebbero, quanto meno per obiettarle che gli insetti vengono schiacciati inconsapevolmente, che i microrganismi sono combattuti a tutela della nostra salute, che le piante sono esseri viventi dei quali molti sostengono la capacità di provare emozioni. O forse sì, vale la pena farlo, provare a incontrarsi su un punto nel quale si possa percorrere almeno un pezzo di strada insieme.

M. F.

titolo: La pelle dell'orso
categoria: Narrativa
autore/i: D'Amico Margherita
editore: Bompiani
pagine: 143
prezzo: € 8.90