Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 17 - 6 nov 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

Gli ogm secondo Pascale: pane e pace

Gli ogm secondo Pascale: pane e pace

L'elenco dei temi scientifici che scatenano vivaci polemiche è lungo e, tra i non addetti che assistono allo scontro si agita un dubbio inquieto: la scienza non dovrebbe fornire certezze oggettive? Perché si formano posizioni così contrapposte? La questione è complessa quanto antica: da sempre, infatti, le più avanzate frontiere della conoscenza continuano ad aprirsi su territori nei quali i margini di interpretazione sono molto ampi.

Uno tra gli argomenti odierni più 'caldi' è senz'altro quello degli organismi geneticamente modificati. Sul sito www.scienceanddemocracy.it Mario Capanna accusa l'"apparato" formato da "scienziati, industrie (spesso multinazionali), ceto politico, establishment finanziario" di tenere "in mano le chiavi della produzione e della distribuzione della tecnologia nelle società più avanzate", senza "sottoporre le proprie strategie all'esame pubblico, né nel momento iniziale (le scelte), né in quello finale (i controlli)".

Concorda Giorgio Ruffolo, economista e già ministro dell'Ambiente, che parla di "fallimento culturale dello scientismo e della sua pretesa di neutralità delle tecnologie" e di "appropriazione della ricerca scientifica da parte delle forze economiche e finanziarie che la assoggettano alla logica del profitto, distorcendone la potenza rispetto alle più ampie finalità dello sviluppo umano". Una distorsione resa "tanto più grave" dalla "brevettabilità delle scoperte".

Antonio Pascale con il suo 'Pane e pace' (Chiarelettere) oppone a queste posizioni un'accesa arringa in difesa degli ogm e contro quelle che chiama la tendenza "antiscientifica" e la tentazione "nostalgica" su agricoltura, ambiente, alimentazione, ricerca. Pascale, va chiarito, benché agronomo di formazione, non è uno scienziato 'puro' ma uno scrittore che si interroga come cittadino, attingendo però a fonti originali e referenziate.

Secondo il libro, vi sono alcuni testimonial di "frottole" molto ascoltati sugli ogm, che Pascale considera invece un mezzo utile, come dice i titolo, a dare "pane e pace" all'umanità. Ma anche l'ecologismo più in generale, avverte l'autore, sarebbe un lusso che solo la parte più ricca del mondo può permettersi.

M. F.

titolo: Pane e pace
categoria: Saggi
autore/i: Pascale Antonio
editore: Chiarelettere
pagine: 112
prezzo: € 7.50