Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 17 - 6 nov 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

Sotto esame la scienza in tv 

Sotto esame la scienza in tv 

Programmi di divulgazione come Superquark, Voyager, Gaia, Elisir, sono per molti italiani la principale fonte di informazione scientifica, insieme con i telegiornali, che dedicano sempre più spazio alle notizie sulla scienza.

I ricercatori del gruppo PaStis (Padova Science Technology and Innovation Studies) dell'Università di Padova hanno svolto un'indagine sulla comunicazione della scienza prendendo in esame le sette principali emittenti televisive italiane. I risultati sono stati pubblicati su 'La scienza sullo schermo', saggio curato da Federico Neresini e Paolo Magaudda.

Nella prima parte del libro sono illustrate le teorie finora utilizzate nell'analisi del rapporto fra media e tecno-scienza, un ambito di studi che esiste da oltre vent'anni ma assume oggi particolare importanza "in ragione dell'aumento dl cosiddetto press divide, ovvero del divario tra quanti prediligono i media a stampa e quanti non li utilizzano" sostengono gli autori, ricordando come "il tg in particolare è l'unica fonte d'informazione che travalica l'esperienza diretta del mondo e si conferma come il piatto forte della dieta informativa di una buona parte del pubblico".

Se fino agli anni '90 'Superquark' poteva considerarsi l'unico programma di divulgazione scientifica, oggi il palinsesto televisivo offre un gran numero di trasmissioni in questo ambito e anche i talk-show si avvalgono della presenza di scienziati, talvolta impegnati anche in dibattiti politici. Neresini e Magaudda hanno svolto un'indagine sulle tematiche ricorrenti, sulle modalità di spettacolarizzazione del mondo della ricerca, sul ruolo dei presentatori e sui significati del corpo nella rappresentazione televisiva.

Un capitolo è dedicato inoltre allo studio della pubblicità che utilizza l'immagine del ricercatore per avvalorare la qualità dei prodotti. Ed è proprio negli spot, come quello di un rasoio elettrico in cui le immagini rimandano esplicitamente all'acceleratore Lhc, che la tecnologia figura come un prodotto al confine con la fantascienza.

'La scienza sullo schermo' è il primo saggio in Italia dedicato al ruolo della televisione nella divulgazione della scienza ed è il risultato di una indagine multidisciplinare che ha impegnato i ricercatori nell'esame di migliaia di ore di registrazioni televisive.

Matteo Selmi

titolo: La scienza sullo schermo
categoria: Saggi
autore/i: Neresini Federico, Magaudda Paolo
editore: Il Mulino
pagine: 250
prezzo: € 20.00