Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 12 - 11 lug 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

Quel sogno di vivere cent'anni

Quel sogno di vivere cent'anni

"Nella 'Genesi' si narra che Matusalemme morì alla veneranda età di 969 anni. Questa età continua a solleticare la nostra fantasia, suggerendo l'idea che si possa varcare per davvero la soglia dei mille anni di vita". Così il primo capitolo di 'Homo Immortalis' di Giuseppe O. Longo e Nunzia Bonifati, un saggio sull'inseguimento della massima longevità possibile da parte dell'uomo nel XXI secolo, definito dagli autori il "secolo della biologia".

Il volume si sviluppa lungo due filoni correlati tra loro: la biologia molecolare e la genetica da un lato e le neuroscienze e l'intelligenza artificiale dall'altro. Entrambi si legano al sogno dell'immortalità, coltivata dall'uomo fin dagli albori dei tempi e rappresentato con efficacia dall'arte.

La storia dell'umanità è da sempre costellata da simboli dell'anelata immortalità, e "ci sono scienziati che lavorano alacremente in laboratori per capire tutti i meccanismi dell'invecchiamento nella speranza di scoprire questo elisir di lunga vita". A quest'obiettivo, il XX Secolo offre un contributo essenziale con la biologia molecolare e la genetica: "Dopo il secolo della Chimica (Ottocento) e il secolo della Fisica (Novecento), l'uomo giunge a dominare il suo ambiente: e ora si affaccia al millennio della Biologia", scrive Carlo Alberto Redi nella prefazione.

Ma se il corpo non dovesse riuscire a superare i limiti che gli scienziati concordano nel fissare intorno ai 120 anni, potrebbe esserci un altro metodo per raggiungere la 'vita eterna'. Dal momento che i nostri ricordi ed esperienze sono racchiusi nel cervello, sarà possibile un domani 'scaricarli' su un computer come un file su una pennina Usb? E un quesito analogo lo pone Longo: "Se l'uomo abbandonerà il suo guscio materiale per trasformarsi in un essere di pura virtualità, riuscirà a superare il limite estremo della morte?".

Tutto il libro è arricchito da brevi racconti di fantascienza, scritti da Longo,che si alternano alla parte saggistica trattando il tema del capitolo che segue. Sono testi dall'effetto inquietante, perché a volte risulta difficile stabilire una demarcazione tra realtà e finzione.

Marcello Mutalipassi

titolo: Homo immortalis
categoria: Saggi
autore/i: Longo Giuseppe O., Bonifati Nunzia
editore: Sprimger
pagine: 310
prezzo: € 24.00