Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 9 - 23 mag 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

In viaggio con Msf tra sofferenza e speranza

In viaggio con Msf tra sofferenza e speranza

'Dignità!', il volume realizzato per i quarant'anni di Medici senza frontiere (Msf), raccoglie storie "imprigionate dalle emergenze umanitarie, dalla povertà, dall'ingiustizia e dalla mancanza di accesso alle cure". Nove scrittori di varie nazionalità hanno accettato l'invito a visitare alcuni progetti di intervento sanitario dell'associazione, testimoniando con i loro racconti un'umanità violata, che deve lottare ogni giorno per sopravvivere a orrore e miseria.

È un testo che scuote le coscienze e, come spiega nell'introduzione Kostas Moschochoritis, direttore generale di Msf Italia, "fa uscire dall'invisibilità migliaia di persone", restituendo loro dignità. appunto. Sono uomini, donne e bambini di Bangladesh, Bolivia, Burundi, Grecia, India, Malawi, Congo e Sudafrica, paesi lontani geograficamente ma uniti dalle stesse sofferenze.

Mario Vargas Llosa, premio Nobel 2010 per la letteratura, narra del Congo, una realtà con un'aspettativa di vita tra le più basse al mondo e dove la violenza sessuale fa concorrenza al colera nell'uccidere le donne. Un testo crudo, forte e vero, in cui trova spazio chi non si abbatte di fronte alle circostanze avverse e si impegna per un futuro migliore.

Paolo Giordano, unico italiano tra gli autori, parla del Bangladesh e della prima missione di Marije, giovane belga volontaria giunta in un villaggio povero e isolato per occuparsi della prevenzione di una malattia tropicale. In Sudafrica arriva la scrittrice irlandese Catherine Dunne e il suo scritto rivela che a Khayelitsha, centro a 40 chilometri da Cape Town, c'è uno dei più alti tassi di Hiv e Tbc del mondo.

Convinta che scrivere "comporti un dovere morale, solidarietà nei confronti dei più svantaggiati e lotta contro l'ingiustizia", la spagnola Alicia Giménez-Barlett vola ad Atene, nei Centri di detenzione temporanea, tra uomini e donne privati momentaneamente della libertà, che per loro vale però poco, vista la mancanza di lavoro e sostentamento. Colpisce il pensiero dell'autrice al suo rientro a Barcellona: "È cambiato qualcosa dentro di me? Il primo istinto è rispondere di sì, ma si comincia presto a venir meno ai buoni propositi di vivere in modo più austero e solidale".

Le testimonianze sono reportage di viaggio o vicende romanzate, ma in tutte emerge il forte impegno della più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico, insignita nel 1999 del premio Nobel per la pace.

Alessandra Pedranghelu

titolo: Dignità!
categoria: Narrativa
autore/i: AA. VV.
editore: Feltrinelli
pagine: 249
prezzo: € 15.00