Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 4 - 29 feb 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

Dietro l'obiettivo per esplorare l'universo

Dietro l'obiettivo per esplorare l'universo

Chiunque sia amante del cielo può dilettarsi a fare l'astronomo grazie alla tecnologia digitale di alta qualità. 'L'universo in 25 centimetri' di Daniele Gasparri illustra, attraverso le numerose fotografie raccolte in sette anni di studi, i risultati che si possono ottenere con un telescopio amatoriale di soli 23 o 25 centimetri, unito a un moderno sensore digitale. Una strumentazione semplice, poco ingombrante ed economica, che permette di osservare particolari di grandezza inferiore a 500 metri.

Si può ammirare il pianeta Saturno con almeno cinque dei suoi anelli, che mostrano divisioni anche molto sottili, come quella di Encke all'interno dell'anello A, larga solamente 325 km. In questo caso l'elevato contrasto dello strumento rende visibili, anche se non perfettamente definiti, particolari di dimensioni inferiori alla distanza minima alla quale due corpi appaiono ancora ben distinti. La Luna, poi, è un vero e proprio parco divertimenti, con migliaia di crateri dalle forme stravaganti, catene montuose come gli Appennini lunari, con vette oltre i 4.000 metri, scarpate che si insinuano tra i monti e distese laviche che testimoniano di un antico vulcanismo.

Per l'osservazione degli oggetti celesti esterni al sistema solare, appartenenti al 'cielo profondo', è opportuno fare un salto di qualità e servirsi di camere Ccd, estremamente sensibili e capaci di esposizioni più lunghe rispetto alle webcam e alle moderne reflex digitali. Con il loro aiuto si può vedere la nostra galassia, la Via Lattea, con gli agglomerati stellari e le nebulose - gigantesche distese di gas e polveri interstellari - ma anche decine di migliaia di altre galassie sorprendenti, come M101 detta 'Girandola', per la sua forma a spirale quasi perfetta.

Nell'ultimo capitolo l'autore approfondisce l'analisi di alcune tecniche innovative che, se applicate al momento della ripresa, consentono di visualizzare un universo invisibile al nostro sguardo. È il caso dei filtri infrarossi, che lasciano passare una radiazione non percepibile dai nostri occhi, a partire da una lunghezza d'onda di 700 nm (un nanometro è un miliardesimo di metro), permettendoci di vedere la complessità degli strati atmosferici di Venere o le galassie Maffei nascoste dalle polveri della Via Lattea. Il 'time lapse' - tecnica cinematografica molto usata nei documentari per catturare movimenti che si svolgono in tempi lunghi - rende accessibile in pochi secondi l'evoluzione di fenomeni celesti che possono richiedere ore, giorni o addirittura mesi: eclissi lunari e solari, rotazioni dei pianeti, piogge di meteore.

'L'universo in 25 centimetri' fa parte della collana 'Le stelle', curata da Corrado Lamberti.

Viola Rita

titolo: Luniverso in 25 cm
categoria: Saggi
autore/i: Gasparri Daniele
editore: Springer
pagine: 186
prezzo: € 24.95