Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 2 - 1 feb 2012
ISSN 2037-4801

Libreria

L'estetica dell'evanescente

L'estetica dell'evanescente

‘La conoscenza accidentale' è il titolo scelto dalla Bollati Boringhieri per l'edizione italiana di ‘Phasmes. Essais sur l'apparition' di Georges Didi-Huberman, professore di filosofia e storia dell'arte all'École des hautes études en sciences sociales di Parigi.

Il libro tratta delle immagini fugaci che affascinano o suscitano interrogativi per il loro carattere enigmatico e per il loro potere evocativo. L'autore le chiama fasmidi - dal greco ‘phasma', ovvero forma, fantasma, presagio - come gli insetti stecco dallo straordinario mimetismo. Queste brevi apparizioni fanno deragliare temporaneamente dai binari del metodo logico e dell'oggettività, per indirizzare sui sentieri laterali delle libere associazioni e dell'analogia. Si tratta di incontri imprevisti e fortuiti, quasi incidenti di percorso nella ricerca dell'oggetto reale, che tuttavia consentono il passaggio a un altro genere di conoscenza, alla sperimentazione e all'esplorazione, prima di fare ritorno sulla strada maestra della razionalità.

Esperienze di questo genere ricorrono nelle arti figurative, nella fotografia, nel cinema, nella narrativa, nel resoconto etnografico, nei racconti di sogni, ma anche nell'osservazione della natura o degli oggetti di vita quotidiana. Nel collage di saggi che compongono il volume l'autore fissa sulla pagina scritta alcune di queste esperienze. Emblematico è il caso delle macchie di Rorschach, cui è dedicato un capitolo del libro.

Valerio Congeduti

titolo: La conoscenza accidentale
categoria: Saggi
autore/i: Didi-Huberman Georges
editore: Bollati Boringhieri
pagine: 243
prezzo: € 28.00