Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 12 ott 2011
ISSN 2037-4801

Libreria

Il Cnr, ponte e crocevia

Il Cnr, ponte e crocevia

Nel centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia, il volume ‘Nuovi ponti tra scienza e società'  traccia un bilancio dell'attività del Consiglio nazionale delle ricerche, quale "crocevia della cultura italiana" e istituzione investita di un ruolo strategico per un Paese avanzato: la produzione di conoscenza e il suo trasferimento tecnologico. Dalla sua creazione, nel 1923, il Cnr è stato l'incubatore di molti dei più importanti istituti di ricerca nelle diverse discipline, dalla biologia alla matematica applicata, dalla fisica alla climatologia, dall'oceanografia alle scienze del comportamento, dall'archeologia alla chimica, dall'informatica all'agraria, dall'ingegneria alla medicina.

"La natura stessa del Cnr", scrive nella prefazione Luciano Maiani, "ha permesso di integrare la ricerca universitaria italiana, le sue logiche e le sue potenzialità, sfruttando però allo stesso tempo una maggiore libertà rispetto alle impostazioni disciplinari che una struttura dedita all'insegnamento inevitabilmente mantiene più a lungo". Il Cnr, prosegue il past president dell'Ente, "ha sempre avuto ‘licenza di tentare': tentare nuove strade disciplinari e soprattutto interdisciplinari, nuove formule nel rapporto pubblico-privato, nuovi ponti tra la comunità scientifica e la società".

Il libro è composto da 12 articoli, ciascuno scritto da uno o più scienziati, molti dei quali ricercatori dell'Ente:  Enrico Bonatti (Istituto di scienze marine), Sandro Fuzzi (Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima), Sergio Iarossi (Istituto di acustica e sensoristica), Roberto Natalini (Istituto per le applicazioni del calcolo Mauro Picone), Domenico Parisi (Istituto di scienze e tecnologie della cognizione), Paola Santoro (Istituto di studi sulle civiltà italiche e del Mediterraneo antico). Non mancano però contributi di studiosi esterni di vari atenei, quali Alfio Andronico (già a Siena, Vincenzo Balzani e Margherita Venturi di Bologna, Mauro Capocci della Sapienza,  Arnaldo D'Amico e Antonio Paoletti di Roma Tor Vergata,  Fabio De Sio della Queen Mary University di Londra,  Francesco Jovane del Politecnico di Milano, Enrico Porceddu già all'università della Tuscia, nonché Pietro Calissano dell'European Brain Research Institute.

Il libro sarà presentato il 23 ottobre alle 11 in Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, alla presenza del presidente del Cnr Francesco Profumo, introduce Manuela Arata, modera Francesco Antinucci.

M. F.

titolo: Nuovi ponti tra scienza e societ. Il Cnr crocevia della cultura italiana
categoria: Specialistica
autore/i: AA. VV.
editore: Cnr-Bollati Boringhieri
pagine: 284
prezzo: € 19.00