Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 15 - 28 set 2011
ISSN 2037-4801

Libreria

Le nuove frontiere dell'energia

Le nuove frontiere dell'energia

Secondo Observa, la maggioranza degli italiani non è in grado di rispondere correttamente a tre domande di cultura scientifica di livello elementare (a cosa servono gli antibiotici, se il sole sia una stella o un pianeta, quale sia più grande tra atomo ed elettrone). Un'ignoranza scientifica che si attribuisce al predominio, in Italia, della cultura umanistica, a seguito della riforma dell'istruzione pubblica di Giovanni Gentile. A conferma di tale criticità ci sono anche la scarsità di immatricolazioni e di laureati in ambito scientifico e la poca disponibilità da parte di giovani e famiglie a seguire percorsi formativi in ambito tecnico, con conseguenti problemi di reperimento di personale in alcuni comparti.

Non si tratta di una questione di carattere esclusivamente culturale: una corretta informazione scientifica è infatti un elemento imprescindibile per un adeguato sviluppo della ricerca, fattore a sua volta legato allo sviluppo economico e alle risposte ai bisogni sociali. Più in generale, possiamo dire dunque che una buona cultura scientifica è indispensabile per l'esercizio di una compiuta cittadinanza.

In questo scenario, si inserisce la questione delle informazioni relative alle fonti energetiche. Abbiamo sempre più bisogno di energia, ne hanno soprattutto le aree più popolose del mondo, che conoscono livelli di sviluppo socio-economico accelerati, simili a quelli che nei decenni scorsi ci hanno portato nella parte più ricca e avanzata del pianeta. La scelta di un pacchetto energetico articolato e adeguato alle nostre esigenze è quindi fondamentale, anche in termini di indipendenza e sicurezza, di compatibilità e di sostenibilità.

Il volume ‘Il futuro dell'energia' di Valerio Rossi Albertini e Mario Tozzi, entrambi ricercatori del Cnr, rappresenta un utile strumento di informazione sull'argomento per la sua estrema chiarezza. Gli autori hanno entrambi esperienze nella divulgazione: Rossi Albertini svolge un'intensa attività di commentatore per tv e carta stampata; Tozzi è da tempo noto al pubblico come conduttore tv. Le competenze scientifiche dei due (fisico il primo, geologo il secondo) sono poi garanti come completezza e precisione dei dati.

Lo spettro delle fonti energetiche analizzate nell'opera - dalle varie tipologie e generazioni del nucleare alle rinnovabili tradizionali e innovative - si iscrive nell'arco delle opzioni alle quali si guarda soprattutto nell'ottica dell'affrancamento dagli idrocarburi fossili. Un obiettivo perseguito sia per ovviare alla problematica del possibile esaurimento delle risorse disponibili, sia per ridurre l'impatto ambientale in termini di emissioni, aspetto sul quale la sensibilità sociale è molto cresciuta.

Il libro precisa che non esistono fonti energetiche perfette, che garantiscano approvvigionamenti  sufficienti a soddisfare il trend di consumo attuale e nel contempo non abbiano alcuna controindicazione. Né, sottolineano gli autori, esisteranno mai, poiché il miglioramento delle condizioni di vita procede in parallelo all'avanzamento delle opportunità e delle esigenze. Un po' come nell'informatica, dove le aumentate capacità hardware e di velocità di computer e processori vengono in gran parte assorbite dall'utilizzo di applicazioni sempre più complesse e sofisticate.

U.S.

titolo: Il futuro dell'energia
categoria: Specialistica
autore/i: Rossi Albertini Valerio Tozzi Mario
editore: Edizioni Ambiente
pagine: 144
prezzo: € 12.00