Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 11 - 22 giu 2011
ISSN 2037-4801

Libreria

Tra tremore e passione

Tra tremore e passione

"Pronunciai la prima frase e incominciai a tremare visibilmente dal collo in giù. Le braccia erano percorse da spasmi. Mi sentivo battere le ginocchia. Ero scossa da fremiti violenti, come se fossi in preda a un attacco epilettico. Stranamente, la mia voce non era alterata".  Siri Hustvedt, la scrittrice americana moglie di Paul Auster, descrive così, nelle pagine iniziali del romanzo ‘La donna che trema'  la prima delle numerose crisi di tremore che la colpiranno da lì in poi negli anni a seguire.

La prima manifestazione di questo inspiegabile disturbo si presenta quando, la Hustvedt sta pronunciando un discorso in onore del padre, scomparso due anni prima, nel campus del St. Olaf College dove l'uomo aveva insegnato norvegese per quarant'anni. Da allora, ogni volta che si trova in occasioni pubbliche nella quali in qualche modo torna il ricordo del genitore, la donna viene colta dallo stesso tremito.

Inizia così per l'autrice una tortuosa esplorazione dei labirinti della psicoanalisi e delle neuroscienze, nel tentativo di capire la causa del disturbo e rimuoverlo o almeno controllarlo. Non si tratta in verità, come la stessa scrittrice confessa, della prima volta che frequenta quegli ambiti disciplinari. Lo aveva fatto qualche anno prima per motivi professionali, documentandosi per scrivere ‘Elegia per un americano', il cui protagonista, Erik Davidsen, è uno psicanalista troppo coinvolto dai propri pazienti. E ancora prima, suo malgrado, quando a causa di violente crisi di emicrania era stata costretta al ricovero in un reparto di neurologia e a convivere con pazienti affetti da patologie di vario genere.

Era nata allora una passione che l'avrebbe spinta a leggere "sempre più testi di psicanalisi e un numero infinito di resoconti di malattie mentali. Stregata dalle neuroscienze, frequentavo gli incontri mensili sulla scienza del cervello al New York Psychoanalytic Institute e fui invitata a partecipare a un gruppo di discussione che si dedicava a un nuovo campo: la neuropsicanalisi".

Il disturbo è stato insomma per l'autrice l'occasione di approfondire temi che le stavano a cuore da tempo e di scrivere un libro a metà tra romanzo autobiografico e storia delle discipline delle psiche. Quelle che, sin dall'antichità, hanno cercato di comprendere il legame profondo e misterioso tra mente e corpo.

R.B.

titolo: La donna che trema
categoria: Narrativa
autore/i: Hustvedt Siri
editore: Einaudi
pagine: 212
prezzo: € 14.00